Moto2, Assen: Morbidelli "ingrana" la quinta vittoria stagionale

MOTOGP

Paolo Beltramo

Franco Morbidelli con la vittoria di Assen porta a cinque i successi stagionali e allunga in classifica sullo svizzero Luthi, secondo. Nakagami terzo, Pasini quarto in un finale ad alta tensione

RIVIVI LE EMOZIONI DELLA GARA

LA CLASSIFICA: DOVI IN TESTA

TUTTI I TEMPI

Lo chiamano “Morbido”, oppure, viste le sue origini per metà brasiliane, “Morbidinho”. In realtà il suo nome è davvero soffice: Franco Morbidelli, qualcosa che, come il suo carattere, invita alla calma, alla serenità come una copertina soffice e calda d’inverno. Quando lo metti in moto, però, diventa una bestia. Una bestia sempre più cattiva, letale, efficace, un continuo migliorarsi, una stagione fantastica con cinque vittorie, la leadership della Moto2 sempre più netta dopo il successo di oggi ad Assen. Una categoria dove sportellate, sorpassi, colpi di scena sono la normalità. Una normalità cattiva in cui si trova benissimo, tanto da essere stato confermato per le prossime due stagioni per correre, al di là di come andrà a finire questo campionato Moto2, nella MotoGP, cioè il massimo per un pilota professionista.

Stavolta ha battuto il solito svizzero Luthi che con la costanza cerca di difendersi e magari alla fine di batterlo. Ma come spettacolarità, classe non ci sono paragoni. Morbidelli è educato da veder guidare, mai troppo spettacolare, efficace, pulito, elegante. Fenomenale come il suo amico Mattia Pasini, ma con uno stile contrario: come dire che in moto si può andare forte in molti modi, con diversi atteggiamenti. Per ora vince la nobiltà efficiente del Morbido. Bravo.  

I più letti