L'amarezza di Petrucci: "Senza i doppiati avrei potuto vincere"

MOTOGP

Il pilota italiano del team Pramac chiude secondo, in lizza fino all'ultimo con Valentino Rossi per la vittoria: "Mi aspettavo la bandiera blu nel finale. Rins? ha avuto anche il coraggio di arrabbiarsi...". Al termine della gara il pilota spagnolo si scusa con Danilo

RIVIVI LE EMOZIONI DELLA GARA

LA CLASSIFICA: DOVI IN TESTA

TUTTI I TEMPI

Un mix di emozioni per il terzo podio stagionale conquistato ad Assen. A caldo c’è rabbia e rammarico perché a tre tornate dalla fine pensava di poterla vincere. Non è stata esposta la bandiera blu in prossimità dei doppiaggi e Danilo Petrucci non l’ha presa benissimo. "Ho preparato tutta la gara per gli ultimi tre giri. Ho visto che eravamo io e Vale soli nel finale, ma abbiamo trovato Barberà al penultimo giro e all'ultimo Rins. Non hanno esposto la bandiera blu, così ho perso Valentino e siamo arrivati praticamente insieme. Sono contento ma potevo vincere, peccato".

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto

"Adesso sono un po’ arrabbiato, devo aspettare un paio d’ore. Mi aspettavo la bandiera blu, parliamo tanto di regole. Poi Rins ha avuto anche il coraggio di arrabbiarsi, spero abbia capito la situazione, io dovrò sbollire un po’. Sono stato calmo per tutta la gara, mi sono preparato bene, poi mi son trovato quei 3-4 decimi da recuperare e siamo arrivati in volata. Mi passerà".

I più letti