Moto2, con Pasini e Morbidelli parte bene il GP di Misano

MotoGp

Paolo Lorenzi

Morbidelli e Pasini durante le prove libere GP Misano 2017 (foto: https://twitter.com/circuitomisano)

La coppia tricolore è la più veloce al termine della prima giornata di prove ma ci sono quattro italiani nei primi dieci, con Bagnaia 7°, Corsi 8° e Baldassarri 10°. Bene anche Manzi (11°) e Marini (13°). Paura per Alex Marquez che cade in FP1 rimediando una leggera frattura al bacino. Per tutti i clienti Sky HD con Sky Sport, il GP è disponibile in Super HD su Sky Sport 1 HD per una visione oltre l'alta definizione, con colori più vividi e dettagli più fedeli 

RIVIVI LE LIBERE DEL VENERDI' LIVE

TUTTI I TEMPI LE CLASSIFICHE

LA PROGRAMMAZIONE

Sereno e soddisfatto Mattia Pasini, tranquillo e sorridente Franco Morbidelli. Incomincia nel migliore dei modi il week end di Misano per i due piloti italiani. Il riminese ha chiuso in testa la giornata, con un'ottima seconda sessione con cui ha migliorato di quasi 9 decimi il tempo della mattina. "Ma stamattina la pista era in condizioni pessime - ha detto subito al termine delle FP2 - adesso siamo a buon punto." Giovanni Sandi, il suo capo tecnico, di fianco a lui intasca il giudizio positivo e annuisce.

Pochi metri più in là, nel box del Team Estrella Galicia, l'umore è invece un misto di gioia e tristezza. Franco Morbidelli ha chiuso con il secondo tempo di giornata, apparentemente senza forzare, con la sua guida pulita ed efficace. Ma soprattutto ha trovato passo e velocità appena sceso in pista. In FP1 è stato il più rapido a fissare il tempo di riferimento sotto l'1’39", replicato quattro volte. Al pomeriggio il romano ha chiuso a soli 65 millesimi da Pasini, con ben 9 giri sul passo di 1’38". Come l'amico Mattia. "Sono partito bene, ma non ci speravo troppo - ha raccontato il Morbido -Misano non è certo Ia mia pista preferita".

L'euforia per il suo risultato è stata smorzata dalle notizie sul brutto incidente capitato ad Alex Marquez. Nell'ultimo giro delle FP1 lo spagnolo è caduto rimediando una leggera frattura al bacino. Gran premio finito, potrebbe tornare in pista ad Aragona. "Ci speriamo - spiega Michael Bartholemy, responsabile della squadra belga - la frattura non è grave, ma c'è un grosso ematoma da far riassorbire".

Alle spalle della coppia italiana si è piazzato il giapponese Nakagami. Pericoloso più del solito dopo la bella gara di Silverstone.

Per trovare un altro italiano bisogna scorrere la classifica dei tempi fino a Pecco Bagnaia (7°). Anche per lui un bel passo avanti rispetto al mattino: quasi 6 decimi meglio. Ad appena 2 decimi si è fermato Simone Corsi. A poco più di un decimo e mezzo ha chiuso il turno Lorenzo Baldassarri: 4 italiani nei primi dieci, non poteva cominciare meglio il GP romagnolo, contando anche l'undicesimo tempo di Stefano Manzi e il tredicesimo di Luca Marini.

Soltanto venticinquesimo invece Andrea Locatelli e due posizioni in più per Alex De Angelis, in pista con la svizzera Suter del team Dynavolt. Ma l'unica entità svizzera da tenere d'occhio, come al solito, è Thomas Luthi, sesto a 4 decimi da Pasini. Lui è come un diesel, parte piano ma arriva sempre.

Tempi combinati Moto2 (Top 20)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche