CEV Aragon, primo match point per Foggia

MotoGp
Foggia_twitter_Immagine

Domenica dalle 10.55 il CEV scende in pista ad Aragon per il penultimo round stagionale. Dennis Foggia dello Sky Junior Team VR46 può laurearsi matematicamente campione con due gare di anticipo, diventando il terzo italiano in tre anni a vincere il titolo mondiale junior Moto3. Lotta aperta in Moto2 tra Eric Granado e Ricky Cardus

Il settimo e penultimo fine settimana del CEV 2017 va in scena sul difficile e completo tracciato di Aragon, tappa che viene subito dopo il round del mondiale disputato su questa pista. Tra i piloti che hanno già potuto saggiare l’asfalto del Motorland c’è Dennis Foggia, leader del mondiale junior Moto3 e autore di un grande risultato nella sua uscita da wild card – quarto in qualifica e poi ottavo in gara.

Foggia a un passo dal Mondiale

I sessanta punti di vantaggio in classifica potrebbero permettere al pilota dello Junior Team VR46 Riders Academy di artigliare già questa domenica il titolo di campione: si tratterebbe della terza affermazione italiana dopo quelle di Nicolò Bulega e Lorenzo Dalla Porta, con i piloti di casa nostra che hanno sempre conquistato il successo finale da quando il CEV ha assunto valenza mondiale. A Foggia basta un terzo posto per chiudere matematicamente il discorso iridato; il romano arriva al weekend da favorito, forte dell’esperienza maturata nel mondiale e di un percorso fatto di sei podi (tra cui tre vittorie) su nove gare.

La lotta per il secondo posto

La battaglia per la seconda posizione in classifica è estremamente serrata e vede sei piloti racchiusi in venti punti. Jeremy Alcoba e Vicente Perez precedono di una sola lunghezza Alonso Lopez, con i due piloti di Monlau Estrella Galicia nel ruolo di principali indiziati nella caccia a Foggia. Reduce dal titolo conquistato nella Red Bull Rookies Cup, Kazuki Masaki può essere un osso duro per la vittoria di gara così come il compagno di squadra Ai Ogura, primo in gara 2 a Jerez; anche Aaron Polanco ha corso la gara di Aragon del mondiale (in sostituzione di Livio Loi) e parte da una buona base per giocarsela con i primi, tra cui spiccano anche Sergio Garcia e Jaume Masia.

Moto2

Nelle due gare previste per la Moto2, invece, si rinnova la lotta tra Ricky Cardus ed Eric Granado, con lo spagnolo obbligato a confermare il trend positivo inaugurato a Jerez per chiudere il gap di venti punti che lo separa dal brasiliano, ancora leader in classifica. Lo scorso anno Granado faticò molto su questa pista, ma la condizione raggiunta in questa stagione potrebbe permettergli di difendersi con più armi. Attenzione a Steven Odendaal, al via nella gara del mondiale e quindi forte di un bagaglio di esperienza che può essere importante per puntare nuovamente al podio, se non a qualcosa di più. Il sudafricano sarà titolare nel mondiale 2018 con NTS e RW Racing, notizia che darà a lui e al suo futuro compagno Joe Roberts ulteriori motivazioni per fare bene.

Appuntamento Tv

L’appuntamento è per domenica 8 ottobre su Sky Sport MotoGP HD (canale 208), a partire dalle 10.55.

I più letti