MotoGP, Ducati 2018: presentata la nuova moto di Dovizioso e Lorenzo

MotoGp

Nell'Auditorium Ducati sono state svelate le nuove moto GP18. Dovizioso: "Voglio migliorare il fantastico 2017". Lorenzo promette: "Vi faremo divertire". Dall'Igna: "Non siamo favoriti, ma vogliamo lottare per il Mondiale"

CLICCA QUI PER TUTTE LE IMMAGINI DELLA NUOVA MOTO

DOVIZIOSO: "CARICHI MA COI PIEDI PER TERRA"

LORENZO: "VINCERE E' QUESTIONE DI TEMPO"

MOTOGP, CALENDARIO 2018

11.10 - Si chiude la presentazione: la Ducati Desmosedici GP18 è pronta per i primi test a Sepang dal 28 gennaio

11.09 - Confermato il World Ducati Week il 20-22 luglio a Misano 

11.06 - Domenicali: "Mi piacciono molto le moto che vincono. Dall'Igna ha detto che sta lavorando sulla ciclistica e ha messo anche un paio di cavalli. Lo scorso anno era forse la miglior moto del lotto: se eliminiamo i punti di debolezza del 2017, che ci hanno impedito di andare a podio in qualche gara, allora potremo dire la nostra"

11.04 - Jorge Lorenzo: "Bella moto, la scorsa stagione è stata difficile. Un messaggio ai tifosi? Semplice, vogliamo farvi divertire tanto nel 2018"

11.01 - Andrea Dovizioso: "Moto bellissima, questa è qualcosa di più delle altre. L'aggiunta del grigio le dà più aggressività. Vogliamo migliorare la stagione scorsa, che è stata fantastica".

10.59 - Ecco la Ducati Desmosedici GP 2018!

10.54 - Entra Michele Pirro, collaudatore Ducati: "Sono contento, è il sesto anno di fila. Ho condiviso con tutti i tifosi grandi successi. Ce l'abbiamo messa tutta, ora è il momento di confermarci a grandi livelli. L'obiettivo è confermarmi insieme a Dovi e Jorge grazie anche alle wild card che mi verranno concesse a Mugello, Misano e Valencia". 

10.50 - Michele Tardozzi, team manager Ducati: "Abbiamo due campioni che si giocheranno il Mondiale alla pari. Sono due persone stupende, imparano l'uno dall'altro. Abbiamo un mix perfetto. Si rispettano e questo ci agevola il lavoro. Ognuno pensa a battere l'altro, ma siamo un gruppo coeso che lavora per Ducati". 

10.45 - Paolo Ciabatti, ds Ducati: "Non partiamo come favoriti, quello è Marquez che ha vinto quattro Mondiali su cinque. Vogliamo lottare, abbiamo due grandi campioni per ripetere e migliorare il 2017"

10.43 - Dall'Igna: "L'obiettivo nostro è quello di lottare per il Mondiale. Sarà difficile, abbiamo di fronte case e piloti con forza, talento e grinta. Non possiamo dire che saremo i favoriti, ma lavoreremo nel 2018 per renderlo il migliore possibile. Ci vediamo in pista".

10.42 - Dall'Igna: "Dovizioso è stato fantastico, con un lavoro cominciato nel 2016. Lorenzo ha fatto un grande finale di stagione: non è arrivata la vittoria, ma è solo questione di tempo"

10.41 - E' il turno di Gigi Dall'Igna, team principal Ducati: "Il 2017 ci ha fatto emozionare tantissimo. Devo ringraziare tutto per una stagione così. Ci sono poche piste ormai che ci mettono in difficoltà, anche se esistono. E' da lì che dobbiamo ripartire, avere idee per superare le difficoltà e migliorare la moto" 

10.37 - Domenicali: "Il 2018 è anno pieno di aspettative, specie dopo quanto visto nel 2017. Siamo pronti perché abbiamo due piloti straordinari. Dovi ha fatto delle gare in cui ha dimostrato di avere un talento cristallino, Lorenzo è stato veloce alla fine della stagione e si è adattato alla moto. Siamo pronti perché abbiamo una struttura capace, guidata da Gigi Dall'Igna, che però vi dirà molto poco. Abbiamo alle spalle un'azienda che cresce: siamo pronti per un grande Mondiale"

10.33 - Partiti! Subito sul palco l'AD di Ducati, Claudio Domenicali

10.28 - Tutto pronto all'Auditorium Ducati, dove tra pochi minuti verrà svelata la nuova GP18, la moto che dovrà dare la caccia al titolo Mondiale

Test invernali MotoGP, tutte le date


28/29/30 gennaio 2018 
- Sepang International Circuit

16/17/18 febbraio 2018 - Buriram Tailandia

1/2/3 marzo 2018 - Losail – Qatar

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche