MotoGP, test in Thailandia day-2: Marquez è il più veloce, 2° Pedrosa, 3° Miller, 9° Dovizioso, 14° Rossi

MotoGp
Marc Marquez è il più veloce nella seconda giornata di test in Thailandia (foto getty)

Nella seconda giornata di test in Thailandia il più veloce è Marquez davanti a Pedrosa e al sorprendente Miller. Vinales chiude con il 4° tempo, 9° Dovizioso che ha provato un nuovo telaio, ancora qualche problema di elettronica per Rossi (14°). Suzuki, nuova carena in stile Ducati

Speciale Race Anatomy test Thailandia stasera e domani dalle 19.30 su Sky Sport MotoGP HD (canale 208)

CLICCA QUI PER SEGUIRE LA TERZA GIORNATA DI TEST LIVE

SCARICA IL FILE CON TUTTI I TEMPI

AUGURI MARQUEZ, 25 ANNI AL LIMITE

MARQUEZ, LE VITTORIE PIU' BELLE

MOTOGP, IL CALENDARIO 2018

Il regalo più bello se l’è fatto da solo: Marc Marquez ha conquistato il miglior tempo assoluto nel giorno del suo 25esimo compleanno. Ma non è solo il giro secco il punto di forza del pilota della Honda. Anche sul passo la moto è competitiva, come dimostra anche la prestazione di Pedrosa. Atmosfera diversa nel box della Ducati. Dovizioso continua la sua crescita con la Gp18, il nono tempo non deve preoccupare perché il pilota italiano non ha cercato la prestazione pura. Lorenzo invece continua il suo personale purgatorio con una giornata ancora piena di problemi. C’è anche l’ipotesi che nell’ultimo giorno di test, il pilota spagnolo faccia un confronto in pista con la Gp17, tanti sono i problemi riscontrati con la moto nuova. Anche nel box Yamaha ci sono due situazioni contrapposte: Vinales a fine giornata è riuscito a trovare un set up che lo ha portato fino al quarto posto, Rossi invece non ha migliorato rimanendo relegato alla 14° posizione. Inutile farsi prendere dal nervosismo, meglio capire come migliorare la M1 anche prendendo spunto dal miglioramento del compagno di squadra, che forse è il primo spiraglio positivo dopo due giornate difficili. Marquez fissa quindi il miglior tempo (1:29.969). Dietro di lui c'è un'altra Honda, quella di Pedrosa, rimasto a lungo in testa prima del time attack finale di Marquez. Sorprendente terzo posto per Miller, che dimostra di trovarsi subito a suo agio con la Pramac. Ducati soddisfatta per il lavoro di Andrea Dovizioso (9° a +0.525 da Marquez), che ha portato avanti lo sviluppo della nuova carena e ha portato in pista anche il nuovo telaio. È importante tenere a mente che oggi i piloti hanno avuto a disposizione anche le gomme che sono state usate in Austria nel 2017, molto più dure di quelle provate qui in Thailandia. Proprio per questo il lavoro di Dovizioso può essere considerato positivo, perché sempre incentrato sul passo più che sulla prestazione pura. Non è un caso che il pilota italiano non abbia neanche provato il time attack. Dovizioso ha anche provato il nuovo telaio: l’obiettivo è sempre lo stesso, ovvero migliorare la maneggevolezza della GP18 nelle curve a rientrare, punto debole delle Ducati. Camuffato da una copertura, il nuovo telaio è scavato nella parte superiore evidentemente per migliorare la flessibilità strutturale. Decimo tempo per Jorge Lorenzo a +0.760 da Marquez.

Le parole dei piloti dopo i test

Marquez: "Sono contento perché ho passato il compleanno in moto, il feeling con è buono. Mi sento giovane, ma so che mi sto avvicinando lentamente ai 30 anni… Abbiamo iniziato i test meglio dell’anno scorso, sono felice per come stiamo lavorando".

Vinales: "Abbiamo modificato la moto nella seconda parte della sessione, è stato un cambiamento efficace, siamo migliorati tanto, ho potuto girare in un tempo buono, ma dobbiamo comunque continuare ancora su questa strada. Bisogna lavorare sull’elettronica e così potremo ancora migliorare. Dobbiamo essere attenti per non perdere tempo. La pista? Mi piace molto, somiglia all’Argentina".

Rossi: "È stata una giornata difficile, questa mattina siamo partiti abbastanza bene, poi abbiamo cominciato il lavoro previsto come setting ed elettronica, oltre alle gomme diverse delle Michelin, ma non siamo riusciti a migliorare, ho fatto fatica con le gomme nuove. In questi test è importante fare il lavoro previsto, cercando di mantenere la calma e la concentrazione, domani cercheremo di seguire altre strade, anche se è difficile. Alla fine sono contento però perché Vinales è andato forte, questo è positivo".

Dovizioso: "Esistono metodi diversi di lavorare. C’è chi predilige fare il tempo per far parlare di sé, c’è chi invece preferisce lavorare quando ha la necessitò di dover capire le cose importanti come la carena e il telaio. Non è facile prendere delle scelte, dobbiamo stare attenti perché saranno decisioni che influenzeranno il resto della stagione. Con tutto quello che abbiamo provato siamo comunque veloci, il feeling con la moto è buona".

Lorenzo: "Abbiamo avuto qualche problema con la moto che non ci ha permesso di continuare, non riuscivo ad andare forte, con la seconda moto è andata ancora peggio… Abbiamo difficoltà nelle curve in questa pista, dobbiamo studiare per capire cosa sta succedendo e vedere cosa possiamo fare. La moto andava molto bene a Sepang, ero contento, ma sentivo che c’era qualcosa di negativo che è venuto alla luce qui in Thailandia".

11:40 - Marquez è il più veloce nel day-2

Marc Marquez si fa un bel regalo nel giorno del suo 25esimo compleanno. Il campione del mondo fissa il miglior tempo e il miglior passo nella seconda giornata di test in Thailandia. Dietro di lui c'è il compagno di team Pedrosa, staccato di +0.158. Ottimo terzo tempo per Miller (+0.216).

11:25 Il ruggito di Marquez

A cinque minuti dal termine della sessione, Marc Marquez entra in pista per il time attack. Lo spagnolo, nel giorno del suo 25esimo compleanno, si regala il miglior tempo strappandolo al compagno di team Pedrosa. Non solo: Marquez diventa il primo pilota a scendere sotto l'1.30 su questa pista, chiudendo in 1:29.969.

11:15 - Riunione Ducati sul nuovo telaio

Andrea Dovizioso ha effettuato i primi giri a Buriram con il nuovo telaio. Al termine delle prove tutto lo "stato maggiore" della Ducati ha ascoltato le parole di Dovizioso per capire le sue sensazioni sul nuovo telaio. Dopo il pilota italiano è tornato in pista per un secondo run.

11:00 - Dovizioso in pista con il nuovo telaio

Andrea Dovizioso è appena sceso in pista con il nuovo telaio della sua GP18, continua quindi il grande lavoro della Ducati che dopo la carena adesso si concentra sulla ciclistica.

10:45 - Alex Marquez, auguri speciali al fratello Marc

Alex Marquez, pilota che corre in Moto2, ha fatto gli auguri su Twitter al fratello Marc con una foto davvero molto dolce. Nell'immagine si vedono i due fratelli Marquez da bambini, sorridenti, uno accanto all'altro. Evidentemente il loro legame dura ancora nel tempo.

10:29 - Pramac, Guidotti promuove Petrucci e Miller

La Pramac può ritenersi soddisfatta: nel corso di questa seconda giornata di test i suoi piloti stanno facendo molto bene. Petrucci è 3° a +0.240 da Pedrosa, mentre Miller è 8° a +0.611. Francesco Guidotti, team manager Pramac, può essere più che soddisfatto: "Finora sta andando tutto fin troppo bene".

10:15 - Honda imprendibili, bene la Ducati, Yamaha in difficoltà

Honda sempre molto competitive con Pedrosa e Marquez, che sono in testa alla classifica dei tempi, hanno migliorato di quasi un secondo rispetto a ieri. Ottima la prestazione di Petrucci, che conferma il suo ottimo avvio di stagione, il pilota italiano della Pramac ha portato anche al debutto la nuova carena Ducati. Quarto Dovizioso, che continua il lavoro di sviluppo: la pista non gli piace molto, ma i tempi continuano a essere interessanti. Quinto Rins, che ormai è una costante nelle prime posizioni. Anche Rins ha provato la nuova carena Suzuki, molto simile a quella Ducati Gp17. Zarco è il più veloce della Yamaha con il sesto tempo, più indietro le moto ufficiali di Rossi (10°) e Vinales (13°), che soffrono ancora per via di grossi problemi di elettronica.

09:55 - Rins, caduta senza conseguenze

Nel corso della seconda parte di test, Alex Rins è caduto mentre provava la Suzuki con il nuovo frontale. Nessuna conseguenza fortunatamente per il pilota spagnolo.

09:49 - Petrucci: "La nuova carena va bene"

Danilo Petrucci (Pramac) al momento è terzo a +0.240 da Pedrosa: "La nuova carena va bene anche se devo provarla meglio in Qatar, con la versione integrale non riesco a sfruttare al massimo la velocità di punta. Il lato positivo però è che mi dà tanto carico all'anteriore e mi aiuta in frenata. Abbiamo provato anche delle soluzioni di elettronica, la moto è molto competitiva e anche il consumo della gomma è costante e mi permette di mantenere un buon passo".

09:32 - Honda, novità aerodinamica

Alla ripresa dei test la Honda torna in pista con una novità aerodinamica. Marquez ha iniziato a girare con questa versione diversa della carena.

09:06 - I tempi della prima parte di test

Si è conclusa la prima parte della seconda giornata di test, con le due Honda stabilmente in testa. Domina Pedrosa con 1:30.127 davanti al compagno di team Marquez, in ritardo di appena +0.165. Terzo tempo per Petrucci davanti a Dovizioso. Settimo posto per la Ducati di Lorenzo (Jorge tendenzialmente sta usando la carena più carica, Dovizioso quella meno carica). Decimo tempo per Rossi, staccato di +0.761 da Pedrosa.

08:35 - Troppo caldo in pista, piloti in pausa

I piloti hanno terminato la prima parte di lavoro in questo day-2 in Thailandia. Adesso le temperature sono diventate eccesive per girare, la pista è troppo calda e quindi i piloti si prendono una "pausa pranzo" non ufficiale per recuperare le energie e ripararsi dal clima bollente della Thailandia. In questo momento a Buriram il termometro segna 37 gradi.

08:05 - Dominio Honda

Marc Marquez lascia la prima posizione, scavalcato dal compagno di tem Daniel Pedrosa. Dominio delle Honda, che al momento occupano i primi due posti. Pedrosa ha girato in 1:30.127. Dietro le due Honda c'è la Prama di Petrucci e la Ducati di Dovizioso. Decimo tempo per Valentino Rossi.

07:50 - Nuova carena anche per Petrucci

Novità importanti anche in casa Pramac. Anche Petrucci ha la nuova carena Ducati, nella versione con più carico aerodinamico. Ecco le immagini

07:37 - Suzuki, il confronto

Ecco il confronto tra il vecchio e il nuovo frontale della Suzuki

 

Il vecchio frontale Suzuki

 

Il nuovo frontale Suzuki

07:30 - La nuova carena Suzuki

La Suzuki ha fatto debuttare la nuova carena che ha due versioni, una più corta e una più lunga. La somiglianza con Ducati è evidente, come si vede da queste immagini.

 

La carena corta della Suzuki

 

La carena lunga della Suzuki

07:15 - Marquez festeggia e migliora

I tempi sono già scesi rispetto ai ieri, tra i più veloci si confermano Marquez, che continuerà lo sviluppo del nuovo motore e della nuova carena, e le Ducati con Dovizioso e Petrucci che ha portato al debutto la nuova aerodinamica come fatto dai piloti ufficiali ieri. Ancora in difficoltà le Yamaha che continuano a soffrire di problemi di elettronica che preoccupano non poco Valentino Rossi in vista della stagione. Novità in casa Suzuki, sia Rins, sempre molto veloce, sia Iannone hanno portato in pista la nuova carena che presenta due versioni dal diverso carico aerodinamico. Anche in questo caso è evidente la somiglianza con le carene sviluppate dalla Ducati a partire dalla scorsa stagione.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche