Test MotoGP Thailandia: Lorenzo e Yamaha, serve calma

MotoGp

Antonio Boselli

lorenzo_pp_getty

Tanti dubbi e poche certezze: Jorge Lorenzo e la Yamaha non possono essere certo soddisfatti per i test. Analizziamo le tre giornate di Buriram

TEST THAILANDIA: COSI' L'ULTIMA GIORNATA - LA 2^ - LA 1^

LE INTERVISTE

MOTOGP E F1 2018, I GP IN ESCLUSIVA SKY: SCARICA IL CALENDARIO IN PDF

Rossi e Vinales hanno sofferto l'ormai atavico problema di un'elettronica che non previene i problemi, anzi li asseconda. Il software, invece di ottimizzare la potenza da scaricare a terra, la limita quando ormai è troppo tardi impedendo anche alle gomme di mantenere performance con il passare dei giri. Come dice Rossi, si tratta di trovare i numeri giusti da scrivere nella centralina ma non è per niente facile. Se poi Zarco, con una moto più vecchia di due anni, è costantemente tra i più veloci, la frustrazione aumenta. E allora perché gli ufficiali non tornano alla M1 del 2016? Perché non è una scelta che una grande casa come la Yamaha può permettersi nella convinzione che la nuova elettronica avrà una curva sviluppo più lunga nel medio-lungo periodo. Bisogna solo continuare a sperimentare senza perdere la pazienza, un po' come sta facendo Rossi.

La stessa cosa che la Ducati chiede a Lorenzo. Pazienza. Il pilota spagnolo è passato dall'euforia dei test in Malesia alla depressione della Thailandia. Tutto in pochi giorni senza che cambiasse nulla dal punto di vista tecnico, perché la GP18 è sempre quella. Ma dal primissimo giro del test thailandese Lorenzo ha percepito qualcosa che non andava e non ha avuto pace finché, nell'ultimo giorno, gli è stato concesso di scendere in pista con la moto dell'anno scorso. Risultato? Lorenzo è finito 22esimo a quasi due secondi di ritardo. Praticamente una giornata, forse un'intera sessione di test, buttata via. Ora sia Yamaha e sia Lorenzo hanno gli ultimi tre giorni di test prima dell'inizio della stagione, un'occasione importante per fare dei passi in avanti che a volte significa non farne indietro.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche