user
01 marzo 2018

I test di MotoGP 2018 dal Qatar, giornata uno: risorgono Lorenzo e le Yamaha

print-icon

Vinales è il più veloce (1:55.053), seconda posizione per Dovizioso (+0.051) davanti a Iannone (+0.054). Passi in avanti importanti per Lorenzo (5°), Marquez chiude al 10° posto

TEST QATAR, LA SECONDA GIORNATA

ROSSI RADDOPPIA: "CORRO FINO AL 2020. TEAM IN MOTOGP? QUANDO SMETTO"

SCARICA IL FILE CON TUTTI I TEMPI

F1, RIVIVI L'ULTIMO GIORNO DI TEST A BARCELLONA

F1 E MOTOGP, ECCO I GP IN ESCLUSIVA SU SKY

Il primo giorno di test a Losail

Cambia il Paese, cambia il circuito e cambia anche il risultato dei piloti in pista. La prima giornata dei test in Qatar ha dato uno scossone alle certezze maturate dopo i test in Thailandia. I piloti che sembravano aver costruito una base solida e ormai sicura si sono ritrovati di fronte degli interrogativi inaspettati. Al contrario, chi ha incontrato grandi difficoltà sul circuito thailandese di Buriram (come Jorge Lorenzo e le due Yamaha) ha invece ottenuto buoni risultati nel primo giorno di lavoro a Losail. Tutto stravolto, quindi. Un segnale che rende l’idea di come sarà spettacolare e incerto il Mondiale che ci apprestiamo a vivere, che scatterà proprio in Qatar con un’affascinante gara in notturna al via il 18 marzo (da seguire live su skysport.it e su Sky Sport MotoGP HD). In Qatar rialzano la testa le Yamaha: Rossi (6°) ha fatto passi in avanti sull’elettronica, molto bene Vinales (1°) dopo qualche difficoltà iniziale. Anche Zarco (4°), che aveva già convinto in Thailandia, porta la sua Yamaha non ufficiale tra le primissime posizioni. Risorge anche Lorenzo (5°). Il miglioramento di Jorge è davvero sorprendente: spaesato e confuso in Thailandia, gasato e deciso in Qatar. Lo spagnolo ha guidato la sua Ducati con grande sicurezza, limitandosi all’utilizzo della moto 2018 (la Ducati 2017 provata in Thailandia non è stata portata in Qatar). Bene anche Dovizioso (2°), anche se DesmoDovi aveva già convinto anche nei precedenti test. Risorge anche Iannone, che chiude la prima giornata di test con il terzo tempo. Leggermente arretrate le due Honda, ma va detto che tradizionalmente piloti come Lorenzo si trovano molto bene in piste come quella del Qatar. Anche questo sarà un fattore da tenere in considerazione nella prima gara della stagione. Si rimescolano le carte quindi in vista dell’inizio del Mondiale, sarà importante capire quali risposte arriveranno nei due restanti giorni di test in Qatar. Puoi seguire il secondo giorno di test live su skysport.it e su Sky Sport 24. Da non perdere anche l’appuntamento con "Race Anatomy – Speciale Test" alle ore 23.30 su Sky Sport MotoGP HD (canale 208).

18:50 - Petrucci: "Omologherei la carena standard"

Danilo Petrucci (Pramac): "Sono molto soddisfatto da questa prima giornata di test in Qatar, sono andato subito veloce, personalmente omologherei la carena standard, ma le prove verranno fatte nella seconda giornata di test".

18:40 - Caduta senza conseguenze per Morbidelli

Franco Morbidelli è caduto alla curva 16, senza riportare per fortuna nessuna conseguenza. Ecco quanto "raccolto" dal pilota italiano dopo la sua caduta, come riporta simpaticamente anche il suo team su Twitter.

18:15 - Dovizioso sale al secondo posto

Andrea Dovizioso spinge sul gas nell'ultima ora di test in Qatar. DesmoDovi sale al secondo posto con un buon 1:55.104, tempo che gli permette di avvicinarsi notevolmente a Vinales, staccato al momento di appena +0.051.

17:45 - Il ruggito di Zarco

Grande rientro in pista per Zarco, che sale dalla nona alla seconda posizione, a +0.133 da Vinales, chiudendo il giro in 1:55.378.

17:40 - Losail, scende la temperatura in pista

Sono notevolmente scese le temperature a Losail rispetto al mattino, cambiano quindi anche le condizioni in pista per i piloti. Con più umidità, le condizioni sono più simili al giorno della gara (che si correrà in notturna con le luci artificiali).

17:40 - Petrucci conquista la quinta posizione

Giro interessante di Danilo Petrucci. Il pilota della Pramac chiude in 1:55.528, un giro che gli vale il quinto posto in classifica a +0.475 da Vinales.

Lorenzo e le due Yamaha tornano a volare

17:35 - Zarco torna ai box: è 9°

Dopo l'ottimo risultato in Thailandia, cala leggermente il risultato di Zarco. Il francese rientra ai box con il 9° tempo a +0.559 da Vinales.

17:27 - Vinales sale in testa

Yamaha grandi protagoniste nella prima giornata di test a Losail. Oltre ai miglioramenti di Rossi con l'elettronica, cresce anche il rendimento di Vinales. Maverick ha strappato il primo posto a Lorenzo, salendo in testa con 1:55.053. Lo spagnolo della Ducati è 2° con un ritardo di +0.370. Terzo posto per Rossi a +0.379 da Vinales.

17:15 - Rossi, passi avanti con l'elettronica

Rossi gira ancora sull’1:56.474, notevoli miglioranti per Valentino con l'elettronica nel corso della giornata con la stessa specifica aerodinamica.

16:58 - Pedrosa, caduta senza conseguenze

La prima caduta della giornata è di Dani Pedrosa. Il pilota della Honda è scivolato alla curva 2, che rappresenta uno dei punti più difficili da affrontare sul circuito di Losail. Pedrosa non sembra avere riportato conseguenze, al momento è sesto a +0.132 da Lorenzo.

16:50 - Rossi sale al secondo posto

Buon giro di Valentino Rossi, che ritorna in seconda posizione con un 1:55.432 (a +0.009 da Lorenzo). Al terzo posto Iannone e Vinales, staccati di +0.060 da Lorenzo.

16:45 - Lorenzo resta in testa

Quando mancano poco più di due ore al termine dei test, Jorge Lorenzo resta ancora in testa con 1:55.423. Secondi con lo stesso tempo Iannone e Vinale, staccanti entrambi di +0.060 da Lorenzo. Stabile in quarta posizione Marquez (+0.122) davanti al compagno di team Pedrosa (+0.132). Bene Zarco, che si piazza al sesto posto a +0.189. Scivola in ottava posizione Dovizioso, proprio davanti a Rossi.

16:40 - L'analisi dei giri migliori

Proviamo ad analizzare i giri dei piloti in Qatar. Nello specifico, ecco la differenza tra il miglior giro e il secondo giro più veloce di ogni pilota:

Lorenzo: 1:55.426 - 1:55.726 
Iannone: 1:55.483 - 1:55.803 
Vinales: 1:55.483 - 1:55.935 
Marquez: 1:55.545 - 1:56.079 
Pedrosa: 1:55.555 - 1:55.572
Zarco: 1:55.612 - 1:55.972 
Crutchlow: 1:55.790 - 1:55.979 
Rossi: 1:55.927 - 1:56.098 
Dovizioso: 1:56.049 - 1:56.622 

16:35 - Morbidelli lontano dalla vetta

Mentre Marquez è tornato ai box, continua a girare Franco Morbidelli, che al momento è 17° a +1.185 da Lorenzo

16:26 - Rossi torna ai box

Valentino Rossi non riesce a tornare nella top 5. Il pilota della Yamaha è tornato in pista, ma dopo pochi giri è rientrato ai box. Il "Dottore" ha girato sempre attorno all'1:56.

16:10 - La novità Syahrin

Hafizh Syahrin è una delle novità più curiose della stagione di MotoGP che sta per iniziare. È il primo pilota malese a disputare una stagione completa in MotoGP. Prende il posto di Folger in Tech3. Ecco il suo logo: avrà il numero 55.

16:05 - Pedrosa ritorna nelle top 5

Rientra in pista Dani Pedrosa, e lo fa in grande stile. Il pilota della Honda ritorna nelle prime posizioni con il quinto tempo, a +0.132 da Lorenzo. Un passo avanti, in quarta posizione, c'è ancora il compagno di team Marquez, a +0.122 dallo spagnolo della Ducati.

16:01 - Cala il buio a Losail, ecco le luci artificiali

Le luci artificiali sono uno degli aspetti più affascinanti del circuito di Losail. La gara in notturna ha un fascino molto particolare, che è possibile rivivere parzialmente anche nei test. Ecco infatti che, quando la luce naturale scompare, si accendono le luci artificiali.

15:52 - Il guizzo di Lorenzo

Dopo le difficoltà in Thailandia, sembra un altro Jorge Lorenzo quello in pista in Qatar. Lo spagnolo della Ducati sale in testa con 1:55.423, davanti alla coppia Iannone-Vinales staccati di +0.060

15:40 - Iannone e Vinales in testa

Andrea Iannone strappa la prima posizione a Valentino Rossi chiudendo il giro in 1:55.483. Tempo subito eguagliato da Vinales. Rossi resta staccato di +0.344. Anche Iannone ha fatto registrato questo ottimo crono con gomma nuova media. La Michelin ha portato anche una soft che va bene per l'attacco al tempo, ma dura davvero pochi passaggi.

15:21 - Doppietta Yamaha in testa

Vinales entra in pista con gomma nuova e piazza il secondo miglior tempo alle spalle di Rossi. Vinales ha la gomma hard (delineata dalla banda gialla), Rossi monta la gomma media. Cal Crutchlow piazza il terzo tempo a +0.179 da Rossi.

15:01 - Crutchlow ultimo a entrare

Cal Crutchlow è l'ultimo dei piloti a entrare in pista a Losail per la prima giornata di test. Intanto le condizioni in pista migliorano, infatti i tempi dei piloti iniziano a scendere. In tanti iniziano a mettere un nuovo set gomme. 

14:44 - Honda in pista con la carena tradizionale

Honda ancora al lavoro con la carena tradizionale. Marquez e Pedrosa si sentono a loro agio con questo assetto, resta da verificare il motore scelto con temperature più basse rispetto a Sepang e Thailandia.

14:36 - Rossi in testa

Valentino Rossi continua a migliorare, il pilota della Yamaha adesso è in testa con un giro chiuso in 1:55.827. Secondo tempo per Dovizioso (+0.222), terzo Iannone (+0.241). Prime tre posizioni tutte italiane al momento.

14:32 - Rossi sale in quarta posizione, Vinales in difficoltà

Valentino Rossi torna in pista e migliora il suo tempo. Il "Dottore" adesso  è quarto con un distacco minimo da Dovizioso (+0.172). Il pilota italiano della Yamaha va sicuramente meglio del suo collega spagnolo: Maverick Vinales è ancora in difficoltà, in classifica è 12° a +1.458 da Dovizioso

14:27 - Il ruggito di Iannone

Grande giro di Iannone, che si piazza in seconda posizione. Il pilota della Suzuki è distante appena +0.019 da Dovizioso

14:04 - Quinto tempo per Rossi

A Losail anche Valentino Rossi chiude i primi giri. Il pilota della Yamaha è quinto, a +0.768 da Dovizioso. Buon risultato per Petrucci, quarto a +0.318 da DesmoDovi. In ritardo Vinales: lo spagnolo della Yamaha rientra ai box dopo una serie di giri sull'1:58.

13:58 - In pista anche le Honda

Dopo i ritardi nel mattino dovuti a polvere e sabbia, anche le due Honda ufficiali entrano in pista. Marquez si piazza alle spalle di Dovizioso, in seconda posizione, con un ritardi di appena +0.020 da Dovizioso. Subito dietro Pedrosa, terzo a +0.155.

13:50 - Dovizioso subito in testa

Dopo i giri di Jorge Lorenzo, anche Andrea Dovizioso entra in pista per i test. DesmoDovi si piazza subito in testa con 1:56.075

Dovizioso brilla a Losail

13:45 - Yamaha, Rossi in pista

Valentino Rossi entra in pista per la prima sessione di lavoro a Losail. Questa è la carena che vorrebbe omologare la Yamaha con Rossi e Vinales.

13:40 - Aprilia e la nuova carena

L'Aprilia si è presentata a Losail con quattro moto 2018. Entro stasera o al massimo domani ci sarà il debutto della nuova carena.

13:35 - Iannone, due differenti aerodinamiche

Per Iannone sarà una stagione importante. Dopo il Mondiale deludente nel 2017, adesso Andrea cerca il riscatto. In Qatar due aerodinamiche differenti a disposizione per Iannone: la carena di destra è destinata a essere omologata.

13:30 - Si rivede Pol Espargaró

Buone notizie in casa Ktm. Ritorno al paddock per Pol Espargaró dopo l'incidente a Sepang

13:15 - Il "codone" Ducati

Jorge Lorenzo ha una delle due moto 2018 con un "codone" diverso negli ingombri. Serve per posizionare meglio il peso nel famoso bauletto. Al momento lo spagnolo della Ducati è ancora primo con 1:58.248.

13:00 - Lorenzo in pista

Dopo le brevi apparizioni di Smith, Miller e Rabat, è entrato in pista anche Jorge Lorenzo. Il pilota della Ducati si è subito piazzato in testa con 1:58.248. Lorenzo ha girato con la moto 2018. La Ducati non ha portato moto 2017 in Qatar.

12:40 - Pista ancora da pulire

Ancora qualche problema a Losail. Ad eccezione di Smith, Miller e Rabat, nessun'altro pilota è ancora entrato in pista. Sembra infatti esserci ancora polvere e sabbia sul circuito, che impedisce ai team di lavorare al meglio. Ci sono tanti cantieri aperti nella zona del circuito, cosi il vento ha portato molto sporco in pista. Miller e Rabat, dopo appena tre giri, sono rientrati ai box.

12:32 - Primo tempo di Smith

Smith è il primo pilota a tagliare il traguardo di Losail. Chiude il primo giro in 1:59.747. Dietro di lui ci sono Rabat (+2.906) e Miller (+3.635). Al momento sono gli unici tre piloti in pista in Qatar.

12:30 - Primi piloti in pista

Dopo qualche ritardo dovuto alla polvere e al caldo, i piloti stanno finalmente entrando in pista a Losail

12:15 - I meccanici preparano le moto

Ci siamo quasi, i meccanici preparano le moto per l'inizio dei test a Losail. Tra poco si parte con la prima giornata di lavoro in Qatar.

11:54 - I piloti indossano le tute

Ci siamo quasi. Dopo i ritardi dovuti alla presenza di polvere e sabbia in pista, i piloti indossano le tute per iniziare ufficialmente la prima giornata di test in Qatar. Presente anche Franco Morbidelli.

11:45 - Pista ancora deserta

Troppa polvere in pista e troppo caldo. Ancora nessuna moto in pista a Losail, box chiusi.

11:34 - Pista sporca, box chiusi. Ma intanto Crutchlow...

Nuovo ritardo a Losail per l'inizio della prima giornata di test. La pista è ancora sporca, ci sono tanti cantieri aperti nella zona del circuito, cosi il vento ha portato polvere e sabbia. Box chiusi e pit lane deserta, l'unico pilota che si vede è Cal Crutchlow, che si allena girando in bici.

Crutchlow si allena in pista con la bici

11:10 - Leggero ritardo dovuto al caldo

A Losail il termometro tocca i 25 gradi. Una condizione molto differente da quella che vedremo in pista per il GP del Qatar, che si correrà di sera e quindi con temperature più basse. Proprio per questo motivo, piloti e team preferiscono aspettare che la temperatura scenda leggermente per effettuare dei test più verosimili alle condizioni che si avranno nel giorno della prima gara.

11:00 - Ultimi ritocchi a Losail prima del via

Ultimi preparativi in Qatar prima del via. E' davvero l’ultima chiamata per chi è ancora dietro con lo sviluppo, come ad esempio la Yamaha, poco competitiva in Thailandia con ciclistica ed elettronica ancora da rivedere. Situazione diversa in casa Honda dove Marquez (fresco di rinnovo) e Pedrosa dovranno verificare le potenzialità del motore scelto. Dal punto di vista aerodinamico ci sarà una nuova carena con un anteriore sempre simile a quello della Ducati, mentre sul nuovo forcellone in carbonio permane qualche dubbio. In Aprilia vedremo una nuova aerodinamica e in Suzuki il lavoro continuerà su un’unica specifica di telaio scelta. In Ducati il Qatar deve fornire doppie risposte. Dovizioso dovrà concentrarsi sulle prove di due telai evoluzione con uno dei due più flessibile e riconoscibile dallà feritoia in prossimità del cannotto di sterzo, mentre Lorenzo parte dalla base di Sepang su una pista a lui amica. In pista ritorna Pol Espargaro di Ktm, dopo l’incidente di Sepang, anche se non ancora al 100% della forma fisica.

Test Qatar, si parte

Dove eravamo rimasti

Terzo e ultimo appuntamento con i test per la MotoGP, poi non ci sarà più tempo per le prove: non cambierà il circuito, perchè i piloti del Motomondiale si affronteranno sul tracciato di Losail, lo stesso che li ospita da oggi a sabato dalle 11 alle 19 (aggiornamenti, foto e video su Skysport.it e SkySport24), ma cambierà decisamente la posta in palio. Mentre in questi tre giorni il Qatar ospita la sessione finale di test, infatti, il 18 marzo segnerà l'inizio ufficiale della stagione con il primo Gran Premio (gara da seguire live in esclusiva su Sky Sport MotoGP HD, clicca qui per il calendario completo del Mondiale). Nei giorni scorsi Andrea Dovizioso è tornato sulla battaglia tra lui e Marc Marquez che ha infiammato il 2017: "Temo che ci saranno anche altri piloti a lottare per il vertice. Non sarà facile, ma la stagione è lunga e può succedere di tutto. Da parte mia spero di migliorare nel 2018, di essere ancora più forte, di fare più punti nelle gare in cui l'anno scorso non siamo riusciti a fare il podio. Sarà questa la chiave della stagione". Sul fronte opposto, le parole principali di Marc Marquez non hanno riguardato il testa a testa per il titolo ma il mercato: lo spagnolo ha rinnovato fino al 2020 il contratto con la Honda. "Sono felice e orgoglioso di continuare a correre con questo team, condividerò la mia gioia con tutti dando il massimo per raggiungere gli obiettivi che abbiamo" ha dichiarato il campione del mondo in carica, che con la Honda ha debuttato in MotoGP nel 2013 vincendo quattro titoli mondiali in cinque anni.

Le premesse: i test di Buriram

La Honda arriva a Losail con il sorriso, avendo concluso i test in Thailandia con tre piloti (Crutchlow, Marquez e Pedrosa) in cima alla classifica dei tempi nell'arco dei tre giorni. Il pacchetto motore-telaio-elettronica è sembrato superiore a quello dei rivali sia a Sepang sia a Buriram. In casa Ducati ottime notizie per Dovizioso, che in Thailandia stando ai tempi ha trovato il feeling giusto con la sua GP18. Bene il nuovo telaio e le carene per il pilota italiano. Non è stato così invece per l'altro pilota della Ducati, Lorenzo, che a Buriram ha preferito la moto dell'anno scorso nel terzo giorno di prove. Tra le Yamaha quella più veloce è stata quella di Zarco, Rossi e Vinales a differenza sua hanno faticato più del previsto nella gestione delle gomme. 

Questi gli appuntamenti in diretta con “Race Anatomy – Speciale Test”:

giovedì 1° marzo:
Ore 23.30 Race Anatomy – Speciale Test Sky Sport MotoGP HD
Conduce Vera Spadini
ospiti Paolo Beltramo e Carlo Florenzano

venerdì 2 marzo:
Ore 23.30 Race Anatomy – Speciale Test Sky Sport MotoGP HD
Conduce Vera Spadini
ospiti Paolo Lorenzi e Mauro Sanchini

sabato 3 marzo:
Ore 23.30 Race Anatomy – Speciale Test Sky Sport MotoGP HD
Conduce Vera Spadini
ospiti Guido Meda e Mauro Sanchini

MotoGP 2018, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi