Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
06 maggio 2018

Moto2, GP Spagna. Trionfo di Baldassarri, 3° Bagnaia

print-icon

Uno strepitoso Lorenzo Baldassarri conquista pole, giro veloce e vittoria a Jerez. È la quarta vittoria di fila (su quattro) per i nostri colori nella classe di mezzo. Sul podio, anche Oliveira e Francesco Bagnaia, che rimane leader della classifica

JEREZ, IL RACCONTO DELLA GARA

L'INCIDENTE TRA DOVI, LORENZO E PEDROSA

CLASSIFICA E TEMPI

IL CALENDARIO: PROSSIMA TAPPA LE MANS

Quella che stiamo vivendo doveva essere la stagione del riscatto per Lorenzo Baldassarri. E così è stato. Partendo per la terza volta su quattro in prima fila e ottenendo proprio a Jerez la prima pole in carriera. Non male, se si pensa che per quattro volte nelle ultime cinque edizioni in Andalusia ha vinto il pilota partito in pole.

Lo scatto migliore dalla griglia di partenza è però quello di Alex Marquez, con Francesco Bagnaia a seguirlo. Baldassarri, in terza posizione, passa subito Bagnaia, che rimane davanti a Brad Binder. A causa di un contatto, cadono Jorge Navarro e Luca Marini, mentre Eric Granado scivola alla curva 6.

Balda spinge e ottiene il giro veloce in 1’42”724. Alla prima sbavatura di Marquez, il pilota di San Severino Marche si trasforma in Versione BaldAttack e divora lo spagnolo. Marquez perde la posizione anche su Binder e Bagnaia. Poi intraprende una splendida bagarre con Pecco e con Oliveira, che è risalito dalla 14esima fino alla quarta posizione.

Intanto, nelle retrovie cade Jules Danilo alla curva 13. A 18 giri dal termine, Oliveira si porta in seconda posizione, dietro a Baldassarri. Seguono Marquez, Binder e Bagnaia. Ma a metà del giro successivo Pecco riesce a passare Binder. Romano Fenati sfiora Mattia Pasini alla curva 10 e cade. Mentre Manzi finisce nella ghiaia alla curva 2.

La stessa curva dove scivola Marquez a 13 giri dal termine. E il suo è uno zero che pesa molto sul campionato: «Ero troppo al limite fin dall’inizio. Ho fatto un piccolo errore e sono caduto». Cade Danny Kent alla curva 1. Bagnaia è in terza posizione, dietro a lui Xavi Vierge, Pasini e Binder.

Quando mancano solo tre giri, Vierge pedina Bagnaia in cerca della terza posizione. Sette decimi separano l’italiano dal catalano, ma Pecco non fa neanche mezzo errore. Non ci sono altre sorprese. Lorenzo Baldassarri torna alla vittoria. E ottiene anche l’hat trick: pole, giro veloce e vittoria. Oliveira è secondo, mentre Bagnaia chiude terzo e mantiene la testa del campionato. Seguono Vierge, Pasini e Binder. Anche Simone Corsi, dodicesimo, e Andrea Locatelli, quindicesimo, vanno a punti.

«Lorenzo è un grande – dice Sito Pons –, ha fatto un lavoro da campione per tutto il weekend. Ci crede e ha fatto bene». Anche Bagnaia, leader della classifica, è soddisfatto: «Con questo caldo abbiamo sofferto abbastanza. Per sentire meno il vento abbiamo dovuto caricare l’anteriore. Sono contento di aver comunque ottenuto il terzo posto in una condizione così difficile. Era molto facile cadere in un errore, come è capitato a Marquez».

«Sono molto emozionato – commenta Baldassarri – perché c’erano tutti i presupposti per vincere la gara, ma restare calmo non era facile. Soprattutto nei primi giri. Sono riuscito a controllare il degrado del grip e il vento, molto forte soprattutto alle curve 11 e 12. È una vittoria stupenda e la dedico a mia nonna».

Dopo le vittorie di Bagnaia in Qatar e in Texas, e quella di Pasini in Argentina, è poker di tricolori in Moto2. E proprio Bagnaia, Baldassarri e Pasini riempiono tre delle le prime quattro posizioni della classifica della Moto2. La categoria degli italiani.

Moto2, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi