MotoGP, GP Catalunya. Andrea Iannone, scintille in pista con Aleix Espargaró

MotoGp
Andrea Iannone e Aleix Espargaró, futuri compagni in Aprilia dal 2019 (foto getty)

Andrea Iannone e Aleix Espargaró, dopo essersi ostacolati nel corso delle Libere del Montmeló, si sono mandati reciprocamente a quel paese. I due saranno compagni di team in Aprilia dal 2019. Iannone: "Aleix fa sempre così, di cosa si lamenta?". Espargaró: "Quello che succede in pista, rimane in pista"

L'ORDINE DI ARRIVO

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Chi respira quotidianamente il mondo dei motori, sa che il primo avversario di un pilota è il tuo compagno di box. Arrivare davanti a chi guida la tua stessa moto è il primo metro di misura per valutare se il tuo lavoro sta andando nella direzione giusta. Questione di orgoglio, questione di competizione portata ai massimi livelli, come non potrebbe essere altrimenti in un campionato di altissimo livello come il Mondiale MotoGP. La rivalità tra compagni di team è probabilmente la prima realtà con cui dovrà scontrarsi anche Andrea Iannone nella prossima stagione, dove in Aprilia troverà Aleix Espargaró. Lo spagnolo, che nel 2017 lasciò la Suzuki facendo posto proprio a Iannone, ha avuto un battibecco in pista con "The Maniac"nel corso delle Libere del venerdì al Montmeló. Iannone prova la staccata, ma Espargaró lo ostacola. Il risultato è che entrambi i piloti vanno lunghi e si mandano reciprocamente a quel paese. Non il modo migliore per accogliere la notizia del passaggio di Iannone in Aprilia dal 2019. I due piloti (notoriamente entrambi dall’animo focoso) dovranno convivere nello stesso box, mettendo da parte le scorie del passato. "Aleix fa sempre così, che devo fare? – ha commentato Iannone al termine delle Libere - È il mio compagno di team? No, il mio compagno di team è Rins. Mi sono ritrovato Espargaró dietro di me, ho tirato uno-due giri, alla fine ho dovuto raddrizzare la moto perché in fondo al rettilineo mi ha tirato la staccata. Sono andato lungo e alla fine si mette anche a sbraitare? Ma di cosa si lamenta? Io vado in pista per lavorare, non per giocare", conclude Iannone.

Espargaró: "Nessun problema con Iannone"

Espargaró ha risposto a Iannone abbassando i toni: "Quello che succede in pista, rimane in pista: capita, per me non c'è nessun problema. Avremo una squadra fortissima con me e Iannone in Aprilia dal 2019, di sicuro Andrea ci aiuterà a far crescere la moto perché viene dalla Ducati e dalla Suzuki, è un pilota veloce. Mi spingerà ad andare al limite. L’Aprilia ha costruito una squadra spettacolare". Ianonne ha chiuso le Libere del venerdì con il secondo tempo, Espargaró non è riuscito ad andare oltre il 19esimo posto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche