MotoGP, GP Germania: Sachsenring, la pista che piace a Marquez e alla Honda

MotoGp

Paolo Lorenzi

L’unica variabile è invece il meteo ballerino. La pista tedesca piace allo spagnolo e alle Honda, le Yamaha alle prese con la solita incognita penumatici, la Ducati potrebbe invece sorprendere

LA GARA DI MOTOGP LIVE

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

L’unica vera incognita del gran premio di Germania è la variabilità del meteo, spesso altalenate anche nel corso dello stesso week end di gara. Sulla consistenza di Marquez in questo circuito invece non ci sono dubbi: lui è una garanzia sotto questo aspetto. In parte è dovuta alla maggioranza di curve a sinistra, che a lui riescono anche meglio, in parte a una presenza di veloci cambi direzione che possono privilegiare l’agilità delle Honda.

Su questo tracciato hanno ben figurato anche Pedrosa e Crutchlow. Le Yamaha hanno invece conquistato pochi podi di recente, con Rossi e Lorenzo, e arrivano all’appuntamento con le solite incognite sul rendimento degli pneumatici, nel loro caso condizionato anche dalle temperature dell’asfalto, e a seguire da un’erogazione appuntita del motore difficile da regolare con l’elettronica.

Nemmeno le Ducati, stando ai risultati del passato, non partono favorite ma la Desmosedici di quest’anno ha spesso stravolto i pronostici: la moto italiana sembra ormai in grado di adattarsi quasi a ogni circuito. La Desmosedici è ancora un po’ troppo fisica ma in staccata è fortissima, curva meglio di una volta ma il Sachsenring non è tra i circuiti prediletti dai suoi piloti, chiamati a un gran lavoro di messa a punto. Le incognite, meteo a parte, sono soprattutto queste, tutti contro Marquez, tanto per non smentirsi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche