Moto2, Marini: "Il mio primo podio, che soddisfazione"

MotoGp

Al Sachsenring il pilota dello Sky Racing Team VR46 è terzo al culmine di una prestazione da rimarcare, in rimonta Bagnaia (12°) limita i danni dopo un episodio sfortunato

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

La soddisfazione per il primo podio di Luca Marini, qualche rimpianto per un episodio sfortunato che ha precluso a Francesco Bagnaia la possibilità di lottare nelle posizioni di vertice. Così si può riassumere il Gran Premio di Germania al Sachsenring vissuto dallo Sky Racing Team VR46, sul podio grazie ad uno strepitoso Marini (3°), ancora in testa alla classifica di campionato con Bagnaia, 12° in rimonta dopo un'escursione fuori pista per evitare Mattia Pasini.

Marini: "Gara difficile, ma sono contentissimo"

Il lavoro paga. La determinazione di Luca Marini ha prodotto al Sachsenring il suo primo podio in carriera nel Motomondiale, terzo restando fino all'ultimo a stretto contatto con il vincitore Brad Binder e con Joan Mir (2°). "Sono davvero contentissimo di aver centrato il mio primo podio", ammette il 'Maro', da quest'anno con lo Sky Racing Team VR46 nel Mondiale Moto2. "Giovedì non sapevo nemmeno in quali condizioni avrei finito la gara o se sarei stato competitivo sul long run per l’infortunio alla spalla e ora sono appena sceso dal podio. Un weekend quasi perfetto, abbiamo lavorato sodo fin dalle libere, abbiamo fatto un grande step in qualifica e devo ringraziare tutto il Team e le persone che mi hanno sostenuto in questi anni. Per arrivare in alto è importante partire dal primo gradino e non fermarsi, ma continuare ad impegnarci e a crederci. Una gara dura e lunga, siamo partiti forte e gli ultimi giri ci ho provato con Mir, ma non ci sono riuscito. Peccato, ma sono felice".

Bagnaia: "Peccato, ma conserviamo la leadership"

Per Francesco Bagnaia il GP del Sachsenring presenta chiaramente dei rimpianti. Dal potenziale per lottare al vertice e consolidare la leadership di campionato, 'Pecco' è stato costretto a finire nelle vie di fuga alla conclusione del secondo giro per evitare Mattia Pasini, caduto proprio davanti al ventunenne pilota chivassese. "Non è stata sicuramente la gara che immaginavo", afferma Bagnaia. "Mi dispiace molto perché oggi avevamo davvero il passo per giocarcela con i primi, ma purtroppo, dopo il contatto con Pasini la pressione della gomma davanti è scesa ed è stato molto difficile tenere il ritmo dei più forti per riuscire a recuperare posizioni. Ero in fondo al gruppo, 26esimo, e ho dato il 101% per cercare di riprendere il contatto con quelli davanti a me. Recuperare 14 posizioni e arrivare 12esimo al traguardo è stato davvero difficile, ma queste sono le gare e sono contento di essere ancora primo in Campionato", osserva Pecco, complimentandosi infine con il suo compagno di squadra. "Sono molto felice per Luca che ha fatto un bellissimo weekend e mi sarebbe piaciuto giocarmela con lui".

Il bilancio di Pablo Nieto

"Una domenica davvero al cardio palmo per tutto il Team", questo il primo pensiero di Pablo Nieto, Team Manager dello Sky Racing Team VR46. "Partivamo con due piloti in prima fila, speravamo in un duello fin sotto la bandiera a scacchi, ma, dopo pochi giri, si sono ritrovati ad affrontare due gare molto diverse. Da un lato Luca che è partito subito forte, ha cercato di imporre il suo ritmo e ha conquistato il primo podio in carriera. Dall’altra Pecco che si è ritrovato in fondo al gruppo e, con lucidità e maturità, ha cercato di recuperare quante più posizioni e punti possibili. Tanti complimenti a Luca e al suo Team per questo bel risultato che ci ripaga di tanto impegno e lavoro e anche a Pecco per la sua condotta di gara".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche