MotoGP, GP Repubblica Ceca. Fast & Curious Brno. Dovi fa 10, Rossi 6000

MotoGp

Michele Merlino

Dovizioso, dopo la pole di sabato, vince la decima prova della stagione a Brno e spezza un duopolio Honda-Yamaha che sul circuito ceco durava da 9 anni in qualifica e da 10 in gara. I “secondi” al sabato e alla domenica sono Rossi e Lorenzo che aggiornano i loro record (grandi record!)

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Un Super-Dovi e una grande Ducati

Andrea Dovizioso chiude un gran weekend firmando la sesta pole della sua carriera e la decima vittoria in top class, bissando il successo di Losail in apertura della stagione 2018 e, per la pole, interrompendo un digiuno che durava da Sepang 2016 (28 gare). In quell’occasione, in Malesia, ci fu anche l'ultima qualifica con due italiani nelle prime due posizioni, ed erano gli stessi: Dovizioso e Rossi. Dovi si era qualificato solo una volta in prima fila qui in MotoGP, nel 2014, quando partì secondo.

Storica doppietta per la Ducati che non saliva sul podio di Brno dal 2010, non vinceva dal 2007 e non faceva la pole sul circuito ceco dal 2008, tutto con Stoner. Terza partenza al palo per Ducati nel 2018, nell'intero 2017 ne avevano messe a segno solo 2. L’ultima volta che si festeggiarono 3 pole a Borgo Panigale era il 2016, il valore record da quando Stoner ha lasciato il team.

Per Jorge Lorenzo non una grande qualifica, ma una splendida gara terminata in seconda posizione e con il giro più veloce della corsa, il suo trentesimo in carriera, nell’ultima tornata. Por Fuera sigla anche il 113esimo podio in top-class, il terzo dell’anno, che gli vale il secondo posto di tutti i tempi in questa particolare classifica: lascia Pedrosa a 112. Rossi conduce a 196.

Rossi fa 6000, and counting…

Per Rossi è arrivata la 143esima prima fila in top-class (la terza dell’anno). Il Dottore continua a riscrivere i record a Brno, quella di sabato è stata per lui la 23esima qualifica sul circuito ceco e si è sempre piazzato nei primi 7. Il pilota di Tavullia raggiunge (e supera) la soglia dei 6000 punti nel Motomondiale, è il primo nella storia a riuscirci.

Caduta nelle prime battute della gara invece per Maverick Vinales che chiude una sequenza di 19 gare consecutive a punti. Era l'unico ad aver conquistato punti in tutte le gare quest'anno. Finisce anche la sequenza di podi Yamaha, visto che le moto di Iwata andavano a podio da 12 GP consecutivi. Purtroppo per la casa giapponese prosegue il digiuno dal primo gradino del podio, sono ora 20 gare e nella storia del team esiste solo un digiuno più lungo: 22 GP da Eastern Creek 1996 ad Assen 1998.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche