MotoGP, GP Thailandia 2018. Marquez: "Dovremo rivedere il lavoro dei test"

MotoGp

Nei test di febbraio Marquez e Pedrosa protagonisti a Buriram, ma il leader del Mondiale non si fida: "Dovremo riverificare ogni dettaglio dalle prime libere". Entrambi i piloti d'accordo: umidità e caldo tra i pericoli principali

IL RACCONTO DELLA GARA DI MOTOGP

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

La tre giorni di test dal 16 al 18 febbraio 2018 a Buriram aveva permesso ai team MotoGP di prendere contatto con la nuova pista disegnata dal noto "architetto del motorsport" Hermann Tilke. In quell'occasione Dani Pedrosa e Marc Marquez avevano completato rispettivamente 224 e 271 giri, staccando il primo ed il terzo tempo nella classifica combinata (1'29’".781 il terzo giorno per Marquez con una simulazione gara molto buona in 1'30" alto mentre Pedrosa il secondo giorno era sceso a 1'29".969). Ma guai a sottovalutare il GP: "Abbiamo fatto dei buoni test a febbraio, ma dovremo ricontrollare ogni dettaglio a partire da venerdì mattina. Alcuni punti del circuito sono 'tricky', ma il layout in generale è bello. Sicuramente la forte umidità e la temperatura metteranno a dura prova il fisico, ma quando sali in moto dimentichi queste cose e semplicemente ti concentri sulla guida". "Sarà emozionante correre in Thailandia per la prima volta", aggiunge il campione mondiale uscente, "Di sicuro ci saranno molti fan sulle tribune ed è sempre una bella sensazione. Dobbiamo restare concentrati e calmi, dato che sarà importante gestire bene il fine settimana, lavorando nel modo in cui siamo abituati a fare".

Pedrosa conferma: "I test sono andati bene, speriamo che la sensazione sia simile. Il caldo metterà a dura prova la moto, le gomme e il nostro fisico, ma è qualcosa che abbiamo già affrontato molte volte in Malesia, quindi siamo pronti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche