Moto3, GP Giappone 2018. Pole di Rodrigo, Bezzecchi in prima fila

MotoGp

Paolo Lorenzi

L’argentino è il più rapido a sbucare dal solito gruppo di mischia che caratterizza le qualifiche della classe minore. Terzo tempo per Bezzecchi, ma Martin è subito alle sue spalle. Sesto Bastianini, settimo Foggia, Di Giannantonio solo quindicesimo

Il GP del Giappone è in diretta su Sky Sport MotoGP. Gli orari delle gare, visibili anche su Sky Sport Uno: Moto3 alle 4:00, Moto2 alle 5:20, MotoGP alle 7:00

LE QUALIFICHE - GUIDA TV

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Meno 30’, meno 20’, meno 10’, meno 5’… Tutti fermi al box, tanto per cambiare. Poi a 4 minuti dalla chiusura del turno, tutti in pista, appassionatamente.  E tutti dietro alla lepre di turno, in questo caso Martin. Ma, hai voglia a stargli dietro. Lo spagnolo è una lepre quasi imprendibile. Il cronometro intanto corre veloce verso la bandiera a scacchi. Dietro, il gruppone si accalca, sgomita, si sgrana alla ricerca di scie introvabili. Dall’unico grande pacchetto di mischia, sbuca infine sul traguardo Gabriel Rodrigo (terza pole in Moto3). I monitor esplodono con una raffica di caschi rossi. Le posizioni cambiano nel tempo di un battito di ciglia. È la Moto 3 di oggi, non serve meravigliarsi. Funziona così e basta. Peccato che lungo la pista, prima di lanciarsi, molti piloti abbiano rallentato apposta come marinai in mezzo alla bonaccia, in attesa della brezza. Come al solito c’è sentore di penalizzazioni, ecco perché la classifica del sabato va presa con le molle. Domenica mattina potrebbe cambiare ancora tutto.

Intanto la situazione è questa: prima fila con Rodrigo, McPhee, e Bezzecchi. Il romagnolo se la ride e tira un sospiro di sollievo perché nella roulette della pole è facile ritrovarsi anche quindicesimo senza capire come e perché. Martin, la lepre, è subito alle sue spalle, quindi in gara sarà tutto da vedere. In seconda fila c’è anche Bastianini, in terza Dennis Foggia col settimo tempo. Decisivo l’ultimo suo giro, a tempo ormai scaduto; nel suo gruppo c’era anche Celestino Vietti (venuto a sostituire l’infortunato Bulega), con parziali incoraggianti, peccato per la scivolata che vanifica l’impegno. Niente di male, ai debuttanti si perdona tutto. In quarta fila si ritrovano Dalla Porta e Arbolino. Di Giannantonio (confermando una massima di Bezzecchi: “puoi perdere cinque file in un amen”) si piazza quindicesimo. Peccato, dovrà sudare per risalire la corrente e tenere aperte le sue speranze in classifica. In fondo è staccato di soli tre punti da Bezzecchi (e di 29 da Martin).

Tempi qualifiche Moto3 GP Giappone

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche