MotoGP, GP Australia. Yamaha all'attacco: "Obiettivo podio"

MotoGp

Rossi, 2° a Phillip Island nel 2017: "Attenzione al meteo", Vinales: "Dobbiamo puntare di nuovo al podio qui in Australia". Il Team Director Meregalli: "Pronti a lottare con i primi"

GP AUSTRALIA, VINCE VINALES

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Rossi a -9 in classifica da Dovizioso

Con il mondiale piloti già assegnato, la lotta per la seconda posizione è ancora aperta con Valentino Rossi attualmente terzo in classifica, ma a soli 9 punti di distacco da Andrea Dovizioso. Il Dottore, Yamaha M1 permettendo, potrebbe tentare la scalata al secondo posto nel mondiale, non facile certo, ma considerando che si corre a Phillip Island tutto è possibile. Il circuito dell’isola è infatti uno tra quelli dove ha collezionato i migliori risultati in top class: sei vittorie (2001-2005, 2014), quattro secondi posti (2008,2009, 2016 e 2017) e cinque terzi posti (2000, 2006, 2007, 2010 e 2013). Ecco le parole del nove volte campione del mondo alla vigilia del GP: “Mi piace il GP d’Australia, sono sempre molto felice di venire qua. Mi piace il posto e anche il circuito di Phillip Island. Abbiamo fatto una buona gara lo scorso anno, io secondo e Maverick terzo. Proveremo a fare bene anche quest’anno, ma questo appuntamento è un po’ particolare. Il tracciato è come nessun altro e dovremo inoltre aspettare di vedere come saranno le condizioni meteo. Faremo del nostro meglio, come sempre.”

Vinales a caccia della top-3 nel mondiale

Il circuito è favorevole anche per Maverick Vinales, che lo considera uno dei suoi preferiti. Qui ha conquistato una vittoria in Moto2, un secondo posto in Moto3 e due terzi posti in MotoGP. Le sue statistiche sul circuito gli danno fiducia, l’obiettivo resta la top-3 in classifica. “Abbiamo fatto del nostro meglio in Giappone, ma sfortunatamente non è stato abbastanza – commenta Vinales-  ora dobbiamo concentrarci sull’Australia. Phillip Island è uno dei miei circuiti preferiti. Mi piace molto il layout, e amo venire qui, è un posto fantastico! Abbiamo ottenuto dei buoni risultati l’anno scorso, quando abbiamo portato a casa un doppio podio. Io ho chiuso terzo, quindi sono molto motivato per la gara di domenica. Phillip Island è un circuito che porta alla mente tanti bei ricordi. Qui sono riuscito a salire sul podio nelle tre classi del Mondiale, vincendo in Moto2 nel 2014. L’anno scorso la moto andava molto bene. Il team ha lavorato molto duramente per le ultime gare di questa stagione, quindi dobbiamo puntare di nuovo al podio qui in Australia”.  

Niente test pre-season a Phillip Island quest’anno, ma sull’isola la Yamaha va forte

“Dopo la gara a Motegi la scorsa domenica, il team è diretto in Australia. Il GP del Giappone non è stato come ce lo aspettavamo – spiega Massimo Meregalli (team director) - siamo quindi determinati a stare tra i primi in questo weekend sul circuito di Phillip Island, che di solito gioca a nostro favore. Il team non vede l’ora di questo GP, perché l’atmosfera è fantastica e le curve veloci favoriscono la nostra moto. Gli scorsi anni venivamo sull’isola anche per i test pre-stagione, ma quest’anno non è stato così. Questo significa che dovremo lavorare duro fin dall’inizio della prima sessione di prove per trovare il setup migliore, così da poter procedere velocemente alla scelta delle gomme per la gara. Fortunatamente, abbiamo delle buone basi da cui partire, grazie al doppio podio dell’anno scorso con Vale e Maverick”

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche