Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
29 novembre 2018

MotoGP, i test di Jerez per la stagione 2019: 1° Nakagami, 2° Marquez, 3° Vinales. Rossi si separa da Cadalora

print-icon

Nakagami è il più veloce nella seconda giornata di test a Jerez. Ma la notizia più importante arriva fuori dalla pista: Rossi e Cadalora si separano dopo tre anni di collaborazione. Secondo tempo per Marquez davanti a Vinales. Progressi importanti per Lorenzo, che chiude 4°. Petrucci è la migliore Ducati al 5° posto, 8° Dovizioso, 9° Bagnaia. In ritardo Rossi, soltanto 11°. Tanti esperimenti: la Pramac ha provato un'asta a supporto del forcellone, Petrucci le ali sul codone, ci sono persino delle luci sulla parte posteriore della moto di Bautista

ROSSI E CADALORA SI SEPARANO

FOTO. TUTTE LE NOVITA' DEI TEST DI JEREZ

LE PAROLE DEI PILOTI DOPO IL DAY-2 DI JEREZ

Nella classifica dei tempi assoluti, sono tre le Honda nelle prime 5 posizioni. Marquez, secondo, ha continuato a provare il nuovo motore con ottimi risultati. Lorenzo, quinto, ha continuato alla grande il suo ambientamento, provando anche la nuova aerodinamica che somiglia tanto a quella della Ducati. Proprio la casa di Borgo Panigale è l’altra conferma di questo test. Benissimo Petrucci che ha lavorato tanto e bene sul passo gara, Dovizioso è una certezza, Miller è andato forte, Bagnaia è stato il miglior rookie di questi test. Oltre a questo, sono continuate a fioccare novità sulle Desmosedici. Oltre al codone con le ali, Miller ha montato una barra agganciata al forcellone per migliorare la stabilità in frenata e in curva, mentre sulla moto di Bautista sono comparsi dei sensori che con la luce misurano l’altezza da terra. L’obiettivo è raccogliere più dati possibili e migliorare la stabilità della moto, e a quanto pare la squadra diretta da Gigi Dall’Igna è sulla buona strada. Opinioni differenti, come da tradizione, in casa Yamaha. Vinales, con il quarto tempo assoluto, è andato forte sul giro secco e sul passo ed è convinto che i problemi siano in via di risoluzione. Rossi invece pensa che la strada sia ancora lunga, anche se entrambi hanno scelto il propulsore con più freno motore. L’importante è che in pista si trovino d’accordo, consapevoli che Honda e Ducati sono ancora davanti in una classifica virtuale di questi test.

1 nuovo post

I tempi combinati dei due giorni di test a Jerez

 
 
- di Redazione SkySport24

I tempi della seconda giornata di test

 
1
T. NAKAGAMI
1:37.945
2
M. MARQUEZ
+0.025
3
M. VIÑALES
+0.121
4
J. LORENZO
+0.160
5
D. PETRUCCI
+0.164
6
F. MORBIDELLI
+0.173
7
J. MILLER
+0.262
8
A. DOVIZIOSO
+0.347
9
F. BAGNAIA
+0.388
10
A. RINS
+0.577
- di Redazione SkySport24
Ufficiale: Rossi e Cadalora si separano dopo tre anni di collaborazione. Il coach di Rossi lascia per motivi personali
 
 
- di Redazione SkySport24

Valentino Rossi chiude la seconda giornata con l'undicesimo tempo

- di Redazione SkySport24
Tutti i piloti sono rientrati ai box. C'è tempo fino alle 18 per tornare a correre, ma le temperature dell'asfalto si sono abbassate ed è quindi poco probabile rivedere qualche moto in pista
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi non riesce a entrare nella top ten: in questo momento è 13° con 1:38.900, ha un ritardo di +0.930 rispetto a Danilo Petrucci
- di Redazione SkySport24
Una delle novità più interessanti nella seconda giornata di test a Jerez
 
- di Redazione SkySport24
Le luci montate sulla parte posteriore della moto di Bautista sono dei sensori che rilevano le variazioni dell’altezza da terra. Un’informazione utile per trovare l’assetto ideale
 
 
- di Redazione SkySport24
Gli illuminatori montati nel retrotreno della Ducati sperimentale di Bautista ricordano le luci sul diffusore della Ferrari di Vettel. Anche in quel caso si trattava di test (marzo 2015, Barcellona). Foto da Twitter @krisracing
 
- di Redazione SkySport24
Altra novità in casa Ducati: Bautista sta girando con degli illuminatori montati nella retrotreno della sua Ducati sperimentale
 
 
- di Redazione SkySport24
Il dolore alla mano sembra già dimenticato per Andrea Dovizioso. Il pilota della Ducati sale al primo posto con 1:38.292, staccando Maverick Vinales di appena 14 millesimi
- di Redazione SkySport24
Valentino Rossi sale in ottava posizione a +0.540 da Marc Marquez
- di Redazione SkySport24
Continua a mantenersi nelle primissime posizioni Pecco Bagnaia: il pilota della Pramac è 3° a +0.390 da Marc Marquez
- di Redazione SkySport24

Valentino segnala la mancanza di miglioramenti veri in previsione gara. Per Vinales il problema sembra più piccolo. Intanto Ducati e Honda volano e da stasera fino a febbraio in pista non ci si va più. Chi è a posto e chi non lo è?

 

- di Redazione SkySport24
  
Marc Marquez conferma la sua agilità sulla moto: ecco il primo salvataggio con la nuova Honda
 
- di Redazione SkySport24
La Pramac piazza due piloti nelle prime cinque posizioni: 3° Bagnaia, 5° Miller
- di Redazione SkySport24
Grande giro di Pecco Bagnaia! Il pilota della Pramac sale in terza posizione girando in 1:38.842.
- di Redazione SkySport24
Pecco Bagnaia entra in pista e chiude tre giri rispettivamente in 1:39.5, 1:39.5 e 1:40.1, tempi ancora alti per provare a entrare nella top ten
- di Redazione SkySport24
Aleix Espargaró non ce la fa! Dopo solo 6 giri deve dare forfait. Lo spagnolo evidentemente non ha ancora recuperato dalla gastrite che lo ha costretto a saltare la prima giornata di test a Jerez
- di Redazione SkySport24
Questa foto aiuta a confrontare le ali sulla moto di Lorenzo con quelle sulla Ducati di Rabat (sono molto simili)
 
 
- di Redazione SkySport24

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi