Valentino Rossi, il compleanno del Dottore: è nella classifica dei campioni dello sport

MotoGp

Giovanni Bruno

Valentino può stare tra i più grandi di sempre? Certo che sì: è già tra Maradona e Ali, tra Schumacher e Bolt. Rossi va al di là del risultato: forse qualcuno vincerà di più, eppure lui è diverso, è una leggenda vivente. Lui nobilita lo Sport, noi ne sogniamo le imprese

40 ANNI ROSSI, LO SPECIALE

#SKYVALE40, MEDA INTERVISTA ROSSI

IL QUIZ SU VALENTINO

Personaggio, Campione, Fuoriclasse, Mito, Leggenda… Tutto giusto, ma è inteso che manca l’aggiunta più importante proprio a leggenda ovvero, Vivente. Valentino Rossi è di sicuro questo: Leggenda Vivente. Ha vinto tanto, ha vinto tutto ed è un fuoriclasse assoluto anche di longevità. Si potrebbero aggiungere mille altre cose senza sfociare nella banalità, anche perché Valentino di banale non ha nulla e nulla ha fatto di comune. Quello che però va fatto è cercare, in maniera complessa e complicata, di inserire Valentino nei più grandi di sempre… Ci sta? Certo che sì. Già il suo nome è da considerare Grande sia come Rubacuori che come Stilista. Per non parlare del suo cognome: Rossi come Paolo, come Antonio, come Jessica solo per citarne qualcuno tra Mondiali e Olimpiade. Rossi tra i Grandi della moto è lì, nell’Olimpo con Agostini e Mike the Bike Hailwood (assai amato da Valentino), per bimbo Marquez aspetterei ancora.

Entrare nella storia o nella leggenda dello sport sembra difficile, ma alla fine non lo è tanto. Infatti la Storia dei Giochi Olimpici ci ha insegnato quanti personaggi abbiamo ammirato, letto, apprezzato, che ci hanno emozionato ai limiti del Mito. Per rimanere azzurri Edoardo Mangiarotti e Valentina Vezzali, con i loro record assoluti di trionfi, o il Grandissimo Pietro Mennea, Juri Chechi o Franco Menichelli, Sara Simeoni, i fratelli d’Inzeo o Graziano Mancinelli, Nino Benvenuti o Patrizio Oliva, Pollicino Maenza o Dorando Pietri, Stefano Baldini o Gelindo Bordin… Mamma mia, più inserisco Medaglie e più affiorano ricordi, quasi indelebili, di imprese. Meglio fermarsi.

Valentino forse va al di là del risultato vero e proprio, per lui Vale (maiuscolo per essere in tema) la notorietà, l’esser famoso, anche di più… Parliamo del concetto di un nome che non si cancella. Forse qualcuno ha vinto o vincerà di più, ma come detto chi è Leggenda ha un qualcosa di diverso che difficilmente può essere descritto, ma che rimane nella nostra coscienza o memoria, ancorato a quella emozione terribile e incancellabile legata al nome e alle sue gesta. Grandi, Grandissimi come Pelé e Maradona, Bolt , Phelps e Spitz, Schumacher e Senna, Enzo Ferrari, Coppi, Muhammad Ali, Alberto Tomba… con loro Valentino non stona, anzi… Rende ancor meglio il valore della cruda elencazione. Lascio a chi vuole divertirsi l’aggiunta di altri… Ognuno di noi ne avrà mille, che considera giustamente "leggende". È questo il bello dei paragoni, a cui si aggiunge il nostro personale ricordo. Per Valentino rimangono gli Auguri, lui nobilita lo Sport, noi ne sogniamo le imprese. Auguri Leggenda Vivente.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche