MotoGP, GP Qatar. Numeri e statistiche della prima gara del Mondiale 2019

MotoGp

Michele Merlino

Il podio in Qatar nel 2018: 1° Dovizioso, 2° Marquez, 3° Rossi (foto getty)

Domenica 10 marzo scatta il Mondiale MotoGP 2019 con il suggestivo Gran Premio in notturna a Losail. Attenzione a fare bilanci affrettati: le statistiche ci dicono che non sempre chi vince la prima gara diventa poi campione del mondo a fine anno. Ecco tutti i numeri e i record legati al GP del Qatar

GLI ORARI - IL CALENDARIO

TUTTI I VIDEO DELLA MOTOGP

La stagione del Motomondiale si apre, per il 13° anno consecutivo, con la gara del Qatar: un GP "moderno", il primo nella penisola arabica, il primo ad essere corso in notturna. Scopriamo i record da tenere d’occhio per il primo appuntamento del campionato 2019.

Italiani a caccia del pari

Dopo la vittoria di Dovizioso del 2018, i piloti italiani sono a una sola lunghezza dalle sei vittorie spagnole sul tracciato di Losail. Per gli iberici vittorie di Gibernau, Lorenzo, Marquez e Vinales; per noi Valentino e Dovi. I nostri vincitori in Qatar di recente hanno fatto quasi gara parallela a Losail. Nelle ultime 4 stagioni infatti, Dovizioso e Rossi non sono mai stati separati da più di due posizioni all’arrivo: 2015: Rossi 1°; Dovi 2°; 2016: Dovi 2°, Rossi 4°; 2017: Dovi 2°, Rossi 3°; 2018: Dovi 1°, Rossi 3°. A sottolineare la gioventù della gara araba il fatto che ben 5 vincitori di Losail su 7 sono presenti in griglia nel 2018: Rossi, Lorenzo, Marquez, Vinales, Dovizioso (mancano Stoner e Gibernau).

La pole? Importante per gli altri

7 vittorie su 15 a Losail sono giunte dalla pole, con l’eccezione dei piloti di casa nostra, a cui questo vantaggio in griglia sembra non essere necessario: le 4 vittorie di Rossi e la vittoria di Dovizioso dell’anno scorso sono tutte arrivate partendo dal secondo all’ottavo posto in griglia.

Buona la prima?

Possiamo esaltarci (o deprimerci…), confidando sul fatto che il vincitore in Losail sarà il vincitore del Mondiale? No, almeno stando alla storia. I Mondiali della top-class ci inducono alla cautela: solo in un caso su due (36 su 70) il vincitore della prima gara ha poi trionfato a fine anno. L’ultimo è stato Marquez nel 2014.

I 40 del 46

Valentino "highlander" Rossi si appresta a vivere la sua 24^ stagione nel Motomondiale: più della metà della sua vita l’ha passata da protagonista delle due ruote (ha compiuto 40 anni lo scorso 16 febbraio). Sarà il primo ultra-quarantenne al via di una stagione dal 2014, quando Colin Edwards si schierò in Qatar a 40 anni e 24 giorni. Il giorno della gara saranno passati 18 anni, 11 mesi e 19 giorni dal suo primo GP in top-class (19 marzo 2000, Welkom, Sudafrica).

Lorenzo per la storia

Jorge Lorenzo ha adottato un profilo basso, e si è auto-escluso dai favoriti per la gara del Qatar, ma davanti a lui ha un’occasione storica: può diventare il quarto pilota a debuttare in Honda nella classe regina con una vittoria. I piloti ad aver compiuto quest’impresa sono: Jim Redman, Hockenheim 1966 (prima vittoria in assoluto per la Honda in top-class); Luca Cadalora, Shah Alam 1996; Max Biaggi, Suzuka 1998.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche