MotoGP, GP Francia. Honda, Alberto Puig: "Ultimatum a Jorge Lorenzo? Notizia ridicola"

MOTOGP

Nel venerdi di prove libere a Le Mans il team manager Puig smentisce le voci di un ipotetico ultimatum a Lorenzo da parte della Honda: "Notizia ridicola. Lavoriamo per far tornare Jorge al suo livello"

GP FRANCIA, L'ORDINE DI ARRIVO

LA CLASSIFICA, MARQUEZ ALLUNGA

IL CALENDARIO: PROSSIMA TAPPA MUGELLO

TUTTI I VIDEO DELLA MOTOGP

Alla vigilia del Gran Premio di Francia nel paddock di Le Mans sono state sempre più insistenti le voci di una rottura in corso tra Jorge Lorenzo e la Honda. È stato un inizio di stagione complicato quello dello spagnolo con la casa giapponese, 14° in campionato con soli 11 punti e mai entrato nella top ten in questi primi quattro Gran Premi del Mondiale. A Jerez nell'ultimo GP è arrivato addirittura 12° alle spalle del collaudatore Stefan Bradl. Complici anche gli infortuni che hanno giocato un ruolo fondamentale nelle performance di Lorenzo, come la frattura della prima costola destra in seguito alla caduta nelle prove libere in Qatar. Per questo motivo i media spagnoli hanno iniziato a parlare di un ipotetico ultimatum da parte della Honda, che prevederebbe la fine anticipata del contratto biennale (firmato a giugno 2018) qualora il pilota maiorchino non cominciasse a fare delle buone prestazioni. Durante la prima sessione delle prove libere del venerdi sul circuito francese non si è fatta attendere la versione ufficiale del team manager della Honda, Alberto Puig, che ha smentito categoricamente queste voci: "Non sappiamo da dove arrivi questa informazione, è ridicola. Noi stiamo lavorando con Jorge per farlo tornare al suo livello, per capire insieme la moto e fare i risultati che pensiamo possa fare. Non c'è nessuna versione ufficiale perché la notizia non é vera".

I più letti