Valentino Rossi dopo le Libere del Mugello: "Guardare i dati di Quartararo non mi salverà"

MotoGp

Venerdì amaro al Mugello per Rossi, che chiude le Libere con il 18° tempo: "La mia posizione è veramente brutta, siamo troppo lontani. Quartararo al secondo posto? Non so se guardare suoi dati possa salvarmi o aiutarmi, bisogna cercare ciò che serve a me"

MOTOGP, IL RACCONTO DELLA GARA

FOTO. IL NUOVO CASCO DI ROSSI

CLASSIFICA - CALENDARIO

Rossi non ci sta. Dopo il venerdì di prove libere al Mugello Valentino è 18°, con un ritardo di quasi un secondo dal leader Bagnaia (+0.994). Manca il feeling con la Yamaha, manca il passo, c’è da lavorare sul setting. Tanti problemi che il "Dottore" sperava di non dover affrontare proprio nel GP di casa. Ciò che rende ancor più strano il risultato di Rossi, è il divario con la Yamaha di Quartararo: il rookie francese ha chiuso le Libere al 2° posto, ad appena 46 millesimi da Bagnaia.

Vale: "La mia posizione è veramente brutta"

Rossi prova a spiegare così il suo 18° tempo nelle Libere del venerdì: "Mi aspettavo di andare più forte, non sono veloce. Non sto bene sulla moto, sono più lento dell'anno scorso. Tutti i piloti sono vicini e quindi la mia posizione è veramente brutta. Sono lento in curva, non ho il passo né il feeling, dovrò cambiare qualcosa in qualifica. Mi aspettavo di essere più competitivo, l'anno scorso sono stato subito veloce. Stiamo usando la moto in una maniera diversa, ma bisogna ritrovare il feeling del 2018. Siamo troppo lontani. Non ho avuto tempo, ma non so se guardare i dati di Quartararo possa salvarmi o aiutarmi. Bisogna cercare ciò che serve a me".

Rossi: "Ci manca il passo, non sono veloce"

"Nei settori guidati faccio più fatica. È molto importante stare nei primi dieci. Si può lavorare tanto sul setting per essere più veloci. Anche Vinales è stato in difficoltà fino a metà delle Libere 2, ma poi ha trovato qualcosa ed è andato forte. Dobbiamo cercare almeno di portare al limite massimo la Yamaha per essere al livello degli altri con la nostra moto. È stata una giornata difficile, mi aspettavo di andare meglio, invece sono sempre stato abbastanza lento. Ci manca il passo, non sono veloce. Ho provato a cambiare delle cose, ma non abbiamo risolto molte cose. Non ero nel posto giusto, ho preso anche un po’ di traffico. Ci sono dei problemi e dei limiti che abbiamo in generale".

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

MOTOGP: SCELTI PER TE