Superbike 2019 in Spagna: tutti i temi del weekend

MotoGp

I nomi dei protagonisti più attesi e le curiosità principali del sesto round del Mondiale di Superbike, che torna in pista nel weekend dell' 8 e 9 giugno a Jerez. Il round di Spagna live da venerdì su Sky Sport MotoGP (canale 208). Gara 1 Superbike sabato alle 14, domenica la Super Pole Race alle 11 e gara 2 alle 14. In pista anche Supersport e Supersport 300 con gare domenica alle 12.10 e alle 15.10

ROUND SPAGNA, LA GUIDA TV

DUELLO KAWASAKI-DUCATI, TUTTI I NUMERI

LO SPECIALE SUPERBIKE

La sfida tra il 4 volte campione del mondo nord irlandese Rea e il rookie della Ducati Alvaro Bautista riparte a Jerez. Si ricomincia dopo il dominio di Imola, dove il campionissimo Rea ha dato una lezione a tutti su una pista difficile, cattiva, "old school" e con un meteo a dir poco avverso (lui era pronto a correre anche gara2, poi annullata per ragioni di sicurezza). Jonathan Rea ha messo tutti dietro anche nei test (per lo più bagnati) di Misano, nessuno è riuscito a prenderlo (con gomme da qualifica o gara) e il lavoro fatto ai box sembra aver soddisfatto il cannibale della Superbike. Il team Provec ha completamente stravolta la Kawasaki n1, lavorando su una distribuzione dei pesi diversa che dovrebbe consentire al pilota di punta del KRT di trovarsi meglio. È cambiata anche la posizione in sella alla Ninja ZX10RR e il tutto sembra aver reso il fenomeno nord irlandese ancora più convinto delle sue possibilità. L’obiettivo del week-end è quindi continuare a ridurre il gap in classifica da Bautista. Jerez sarà un bel banco di prova.

Ducati, attesa la riconferma

Poco da dire, Ducati è uscita sconfitta pesantemente da Imola con Davies, in netta crescita e finalmente in battaglia per la vittoria, ko per guasto tecnico. Bautista, su una pista nuova e tosta come quella del Santerno, ha limitato i danni, chiudendo due volte a podio, ma con distacco da sua maestà Rea. I Ducatisti hanno girato nei test di Misano dove lo spagnolo è anche caduto, distruggendo la sua V4R. Ora si arriva a Jerez, circuito di casa per il numero 19. Le difficoltà di Imola sono alle spalle? Ritornerà il dominio Rosso? Bautista tornerà a fare il vuoto? Davies "c'è" a tutti gli effetti? Sarà bello vedere le risposte del cronometro.

Cinque Yamaha in pista, ecco anche Baz

A Jerez debutta la quinta Yamaha con il rientrante Baz e lo storico team Ten Kate che, dopo aver abbandonato Honda con un divorzio sanguinoso, abbraccia sportivamente e commercialmente la casa di Iwata. Passando al team factory da rilevare come né Lowes né Van Der Mark siano saliti sul podio a Imola, cosa insolita per la crew inglese Crescent. A Jerez quasi certamente ritorneranno in lotta per la top3, cosa che spera di poter finalmente fare anche Marco Melandri che nei test di Misano ha provato il nuovo serbatoio che dovrebbe agevolarne l'ergonomia in sella. Non basterà forse a ridare fiducia completa al pilota italiano, ma sicuramente aiuterà. In Spagna Sandro Cortese è invece atteso al pieno recupero dopo il gran botto di Assen che ha rallentato l'apprendistato con la R1 del pilota italo-tedesco, rookie in Superbike, dopo il mondiale vinto lo scorso anno nella Super Sport 600.

BMW, quando arriva il motore giusto?

A Imola Tom Sykes prima del ko per problemi tecnici era in lotta per il podio. A sentire il campione del mondo 2013 nel misto la S1000RR è una moto fantastica. La nota dolente è il motore stock che sul dritto mette veramente in difficoltà i piloti. Manca velocità, c'è poco da fare. Si potrebbe vedere a Jerez la nuova unità del 4 cilindri bavarese? Può darsi, ma più probabilmente Sykes e Reiterberger dovranno attendere Misano il 22/23 giugno.

Chi sostituisce chi?

Ancora ko Eugene Laverty dopo il volo alle Acque Minerali di Imola (polsi rotti), in sella alla Panigale V4R del team italiano Go Eleven rivedremo Tommy Bridewell, il forte pilota inglese che corre e vince nel BSB con la Ducati dell'Oxford Racing. Out per infortunio anche Leon Camier che lascia la sua CBR1000 a Yuki Takahashi che andrà a formare una coppia tutta giapponese con Ryuichi Kiyonari per difendere i colori del Moriwaki Althea Honda Racing. Passando dai sostituti alle wild card gran colpo del team Barni Racing che a Misano affiancherà Michele Pirro a Rinaldi. Il pilota Ducati, tester MotoGP e n1 del CIV, sarà la gemma sullo schieramento al Marco Simoncelli World Circuit il 22 e 23 giugno.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche