Moto2, Moto3: come cambia il regolamento

Moto GP

La commissione ha varato alcune novità che saranno attuate dal prossimo GP di Gran Bretagna e altre dalla stagione 2020. Dalle gomme fino alla partenza anticipata in gara

Sky VR46, Spielberg: questione di millesimi

Vietti: "Valentino c'era, non lo dimenticherò"

Nell'ultimo meeting la Grand Prix Commission ha affrontato diversi temi modificando parzialmente il regolamento in corso, mentre altre disposizioni avranno effetto dalla stagione 2020. Tra le decisioni prese  in campo tecnico, la prima riguarda le gomme. I piloti di Moto3 e Moto2 che accederanno al Q2 dalla Q1 avranno a disposizione uno pneumatico anteriore in più, in aggiunta a quello posteriore supplementare già fornito in questa prima parte di campionato. Saranno, inoltre, vietate per tutte e tre le classi, "saponette" in materiale che possa creare "un disturbo visivo". Attualmente infatti alcuni slider contengono parti in metallo, che a contatto con l'asfalto generano scintille. Tutte le decisioni a eccezione di quella relativa al jump start (partenza anticipata) avranno effetto imediato.

"Falsa partenza": le novità dal 2020

Il ride through inferto a Crutchlow in Argentina aveva fatto parecchio discutere. Il pilota inglese si era mosso di pochissimo sulla griglia di partenza e non ne aveva tratto alcun vantaggio, ma il jump start era stato punito (come da regolamento) con il passaggio ai box. Secondo la decisione presa nell'ultimo meeting della Grand Prix Commission, dal 2020 i piloti che faranno partenza anticipata dovranno invece scontare un doppio long lap penalty entro 5 giri dalla notifica.
La misura è volta a ridurre gli effetti della sanzione, che nella sua forma attuale costa parecchi secondi, molti di più rispetto al vantaggio tutto sommato contenuto che segue un jump start. Sempre in tema di regolamento sportivo, i piloti a cui sarà esposta la bandiera nera con con bollo arancio potranno rientrare in pista solo dopo che un Commissario li avrà autorizzati.

I più letti