Moto2 e Moto3, ad Aragon vincono Binder e Canet: tutti i numeri

MotoGp

Michele Merlino

Lo svolgimento delle gare delle categorie minori ad Aragon è stato simile a quello della MotoGP: un pilota in testa dall'inizio alla fine, rispettivamente Binder e Canet

ORDINE D'ARRIVO

CLASSIFICHE - CALENDARIO

Da quando la Moto3 è entrata a far parte del Circus nel 2012, sostituendo la 125cc, facendo così diventare il Motomondiale interamente a 4 tempi, sono stati disputati 138 weekend di gara, ma questo di Aragon è stato il primo in cui c'è stato un solo leader di gara in tutte e tre le classi. All'assolo di Marc Marquez in top-class, si associano infatti le gare condotte dall'inizio alla fine di Aaron Canet in Moto3 e di Brad Binder in Moto2. E' forse l'indicazione che il Motorland Aragon non è un circuito che favorisce i corpo a corpo: per la Moto2 è la quarta volta che il leader conduce dall'inizio alla fine dopo il 2010 (Iannone), 2013 (Terol) e 2016 (Sam Lowes), e per la Moto3 la seconda dopo l’anno scorso (Jorge Martin). Quest'ultimo dato sulla Moto3 è il più importante: in sole 9 occasioni c'è stato un solo leader di gara in tutta la storia del campionato, ed il Motorland Aragon è l'unica pista in cui questo evento si è verificato due volte.

Binder alla quinta vittoria, Marquez controlla

Buon periodo per Brad Binder, che ottiene il suo quinto successo in carriera, eguagliando Lorenzo Baldassarri e Stefan Bradl al 12° posto della classifica di categoria: è un buon momento per il sudafricano, che ha ottenuto due di questi cinque successi nelle ultime 4 gare (fu vincitore anche al Red Bull Ring). Alex Marquez mette a segno il suo nono podio stagionale: escludendo le cadute di Assen e Silverstone, sarebbe l'ottavo consecutivo. Per lui un rassicurante vantaggio nel mondiale di 38 punti, il più ampio a questo punto della stagione dal 2015, quando Johann Zarco conduceva con ben 78 lunghezze su Tito Rabat. Per i nostri colori il migliore è stato Luca Marini, quarto: il secondo miglior risultato per lo Sky Racing Team VR46 ad Aragon dopo il secondo posto di Pecco Bagnaia dell’anno scorso.

Canet imprendibile in Moto3

Perentoria vittoria di Canet in Moto3: è giunto al traguardo con un vantaggio di 4"581, il più elevato degli ultimi dodici mesi: per trovarne uno maggiore infatti dobbiamo tornare indietro a questa stessa gara, un anno fa, quando Jorge Martin trionfò con 5"984 sul nostro Bezzecchi. Il successo, unito ad un undicesimo posto di Lorenzo Dalla Porta, ci prospetta un finale di mondiale tesissimo. Nelle sette stagioni di Moto3 corse finora non era mai successo che i primi due in classifica fossero separati da soli due punti come lo sono ora Dalla Porta e Canet. Di più: un distacco di 2 punti in 14 gare non si era mai registrato nemmeno in 125cc quando l'attuale sistema di punteggio è stato introdotto nel 1993. Dietro a Canet si è piazzato Ai Ogura, al suo primo podio in Moto3, ed il nostro Dennis Foggia, che registra il suo secondo podio nel motomondiale dopo il terzo posto di Buriram dell'anno scorso e porta a 120 i podi tricolori nella classe più piccola a quattro tempi. Ogura è il 52° pilota in grado di conquistare almeno un piazzamento nei primi tre in Moto3 e, a sottolineare quanto sia combattuta questa stagione, ben 19 di essi fanno parte del Campionato 2019.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.