Moto3, GP Giappone. Dalla Porta, il sogno continua a Motegi

MOTOGP

Paolo Lorenzi

Con 22 punti su Canet il toscano può fare un altro passo verso il titolo della Moto3. Determinante il faticoso trittico asiatico che dopo il Giappone tocca Australia e Malesia

GP GIAPPONE, LA CRONACA DELLE LIBERE

Tre gare di fila, determinanti se non addirittura decisive per Lorenzo Dalla Porta, che comanda il mondiale della Moto3 con 22 punti di vantaggio su Aron Canet. Se il pilota toscano saprà conservare o persino incrementare il distacco in classifica al termine del faticoso trittico asiatico, che scatta domenica in Giappone, il gioco, a quel punto, sarà fatto. E a metà novembre, sul circuito di Valencia, o forse anche prima, potrà coronare il sogno di un titolo nella classe minore che all’Italia manca dal 2004 (fu Andrea Dovizioso a vincerlo nella classe 125). Facile a dirsi, un po’ meno a farsi. Canet è un osso duro, è risaputo. Coriaceo e determinato, oltretutto è in credito con la fortuna che lo ha abbandonato due volte nelle ultime tre gare: prima a Misano per un guasto meccanico, poi in Thailandia per l’irruenza di Binder.  Sarà un bel finale, tutto da seguire perché lo spagnolo ha già vinto tre gare quest’anno, ma Dalla Porta ha un passo costante. Sbaglia poco, sa gestire la corsa e ha un buon team alle spalle. Oltre a un buon tesoretto di punti da amministrare. Con giudizio e sangue freddo. Doti altrettanto indispensabili in questa fase cruciale.

I più letti