Quartararo e il mito Valentino Rossi: abbraccio speciale. VIDEO

Video

"La prima cosa che ho fatto al parco chiuso è stata andare a fare una foto con Rossi, è sempre stato il mio mito": a parlare è Quartararo, 1° in Andalusia davanti a Vinales e Vale. "Sono davvero contento di essere salito sul podio con lui. Nella prima gara che avevo visto qui aveva vinto il duello con Gibernau, mi diede una grande motivazione". Sul duello con Marquez: "Non devo dimostrare nulla a lui, nè lui a me"

IL RACCONTO DELLA GARA

"Cosa c'è di meglio se non correre con il proprio idolo?" sono parole emblematiche quelle di Fabio Quartararo, che partendo dalla pole ha dominato il GP di Andalusia vincendo la seconda gara di fila. Al 2° posto Vinales e, appunto, il mito di Quartararo, Rossi: emblematico l'abbraccio tra i due a fine gara. "Al parco chiuso la prima cosa che ho fatto è stata chiedere di scattarci una foto. La prima gara di MotoGP che ricordo di avere visto era proprio qui a Jerez, dove lui aggiudicandosi il duello con Gibernau aveva vinto la gara, mi diede una forte motivazione nel mio percorso nel Motomondiale". "In due momenti pensavo di cadere, ma alla fine sono contento perchè ho guidato molto bene, meglio di domenica scorsa. Gara dura, con davvero tanto caldo. Marquez? Quando tornerò continuerò lottando per vincere. Non devo dimostrare nulla a lui nè lui a me", aggiunge Quartararo.

MOTOGP: SCELTI PER TE