Superbike, Andrea Locatelli promosso in Yamaha ufficiale per il Mondiale 2021

sbk
Edoardo Vercellesi

Edoardo Vercellesi

Il campione del mondo Supersport Locatelli sarà al via del mondiale Superbike 2021 con la R1 ufficiale del team Pata Yamaha. Gerloff rimane nello junior team GRT affiancato dal debuttante giapponese Nozane

A pochi giorni dal suo ventiquattresimo compleanno, Andrea Locatelli riceve il più bel regalo possibile: sarà infatti lui ad affiancare Toprak Razgatlioglu nella squadra ufficiale Pata Yamaha nel 2021, formando la coppia di piloti factory più giovane del mondiale Superbike (curiosamente, entrambi sono nati il 16 ottobre 1996). Nel proprio box il bergamasco troverà l’esperienza di Andrew Pitt, campione del mondo Supersport 2001 e 2008 e negli ultimi anni capotecnico prima di Alex Lowes e poi di Michael Van Der Mark. Locatelli sta disputando una stagione storica nel campionato Supersport, del quale ha riscritto tutti i record conquistando undici vittorie su tredici gare (con ancora le due di Estoril da correre) e aggiudicandosi il titolo con due round di anticipo. Nel suo anno da rookie, il #55 non si è fato intimorire da mostri sacri della categoria come Lucas Mahias e Jules Cluzel e ha regalato al team Yamaha Bardahl Evan Bros il secondo mondiale consecutivo.

Locatelli: "Orgoglioso, non vedo l'ora di cominciare"

leggi anche

Supersport, Locatelli nuovo campione del mondo

“Sono orgoglioso e grato per questa nuova avventura con Yamaha” ha dichiarato Locatelli, “è un passo importante per me dopo un grandioso primo anno nel paddock della WorldSBK. Ringrazio il presidente di Yamaha Europa Eric de Seynes, il Road Racing Manager Andrea Dosoli e il Team Principal di Pata Yamaha Paul Denning per la fiducia che hanno riposto in me. Sono molto felice di iniziare a lavorare con la nuova squadra e con il mio nuovo capotecnico Andrew Pitt, che è un due volte campione del mondo e ha già fatto grandi cose con Pata Yamaha. Ho anche voglia di cominciare con i test, sarà la prima volta per me sulla Yamaha R1 e non vedo l’ora di iniziare a prepararmi per il 2021”.

Gerloff resta nello junior team GRT

Il passaggio di Locatelli al team ufficiale “chiude le porte” a Garrett Gerloff, che nelle settimane prima di Magny-Cours sembrava il favorito per la sella lasciata libera da Van Der Mark (diretto in BMW). Alla fine si è preferito tenere il texano nello junior team GRT, mantenendo intatto un pacchetto che in questo 2020 ha lavorato bene permettendo non solo ottimi risultati in pista, ma anche un buon adattamento del pilota alla vita in Europa: Gerloff si è infatti trasferito dagli Stati Uniti alla Spagna, nei dintorni di Barcellona, e nella squadra italiana ha trovato un ambiente accogliente nel quale è cresciuto in maniera consistente. 

 

La formazione guidata da Filippo Conti avrà poi un nuovo volto in squadra, quello di Kohta Nozane, che prenderà il posto di Federico Caricasulo. Attualmente leader dell’All-Japan Road Race JSB1000 – il campionato nazionale Superbike giapponese – Nozane è da diversi anni uno dei nomi forti del marchio dei Tre Diapason in Giappone e vanta esperienza nel mondiale Endurance, oltre a una gara in MotoGP a Motegi con Yamaha Tech 3 nel 2017. È bene ricordare che il prossimo anno il team GRT beneficerà di due moto 2021, a differenza di quanto avvenuto quest’anno nel quale ha schierato le R1 “vecchie” del 2019.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche