Moto2, il grande equilibrio del GP Germania: 9 vincitori diversi nelle ultime 10 edizioni

moto2

Michele Merlino

Quello tedesco potrebbe essere definito un GP senza pronostico: il GP del Sachsenring in Moto2 per ora ha visto 9 vincitori diversi in 10 edizioni, l’unico a ripetersi è stato Marc Marquez, nel 2011 e 2012 (ha poi proseguito la sua opera in MotoGP)

GP GERMANIA, LA GARA DELLA MOTOGP LIVE

Il GP del Sachsenring torna dopo un anno di assenza e, visto il ricambio che contraddistingue le classi più piccole del Motomondiale, avremo il decimo vincitore diverso in undici gare disputate qui. Gli ultimi quattro ad aver vinto qui infatti sono tutti impegnati in MotoGP: Zarco (vincitore nel 2016), Morbidelli (2017), Brad Binder (2018) e Alex Marquez (2019). Il GP del Sachsenring in Moto2 per ora ha visto 9 vincitori diversi in 10 edizioni: l’unico a ripetersi è stato Marc Marquez, nel 2011 e 2012 (ha poi proseguito la sua opera in MotoGP). L’alternanza, oltre ai piloti, si estende anche alle nazioni: gli ultimi 6 vincitori qui provengono da sei nazioni diverse: Svizzera (Aegerter, 2014); Belgio (Simeon, 2015), Francia, Italia, Sudafrica e Spagna. L’unica nazione ad aver vinto più di un GP di Moto2 al Sachsenring è la Spagna, con 5 successi. Gli spagnoli, oltre alle vittorie succitate, conquistarono anche la prima gara corsa qui nel 2010 con Toni Elias. Attenzione alla prima fila in Moto2: 9 vittorie su 10 qui sono giunte dalle prime tre posizioni (5 dalla pole), ed il solo a trionfare senza partire dalla prima fila qui è stato Brad Binder, 10° in griglia nel 2018.

Il "vuoto" colmato da Dalla Porta

Per i piloti italiani la gara del Sachsenring è stata un crescendo: dal 2012 al 2014 non eravamo mai saliti sul podio qui, poi arrivò il terzo posto di Bastianini nel 2015; il secondo e terzo di Locatelli e Bastianini nel 2016; il secondo di Fenati nel 2017; un altro secondo di Bezzecchi nel 2018 e finalmente la vittoria, con Lorenzo Dalla Porta nel 2019. Il successo di Dalla Porta colmò un vuoto nel nostro palmares: all’epoca il Sachsenring era uno dei tre circuiti in calendario in cui non avevamo ancora vinto con Silverstone, Phillip Island e Valencia. Nel corso del 2019 conquistammo il nostro primo successo anche nel tracciato australiano, sempre con Dalla Porta, quindi nel 2020 vincemmo per la prima volta a Valencia con Tony Arbolino. Nella “lista nera” rimane, dei circuiti tradizionali, solo Silverstone, a cui si è aggiunto l’Algarve, provvidenziale ingresso nel Mondiale per compensare i vuoti causati della pandemia. Sul tracciato portoghese i successi in Moto3 sono entrambi targati Spagna: Raul Fernandez nel 2020 e Pedro Acosta quest’anno.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche