Aprilia, Vinales: "Rientro duro, mi sono sentito perso". Espargaró: "Bene il regolamento"

Aprilia

Vinales 21° dopo le due prove libere di Misano: "Non riuscivo a spingere, mi sono sentito un po' perso in pista. È stato più difficile del previsto". Il compagno di squadra, Espargaró: "Le norme del nuovo regolamento sono molto intelligenti. Peccato che il limite dell'età minima dei 18 anni inizi nel 2023 e non già l'anno prossimo...". Terzo, Aleix non è soddisfatto: "Poco grip, moto rigida". Sabato le qualifiche, domenica la gara alle 14 live su Sky

GP MISANO, LA GARA LIVE

Tornato in pista dopo il grave lutto in famiglia (la morte del cugino Dean Berta in pista ad Austin), Maverick Vinales ringrazia innanzitutto Aprilia per il supporto: "E' una grande squadra, mi è stata molto vicino. Rientrare è positivo, ora dobbiamo continuare a lavorare e cercare di migliorare". Impossibile essere soddisfatto del 21° tempo dopo le prime due prove libere del GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna: "E' stato difficile, mi aspettavo molto di più, dobbiamo insistere e cercare il setup giusto. Abbiamo provato tante cose a Misano nei test, ma è ancora complicato avere un'idea chiara. Molte novità non hanno funzionato. Speriamo che le condizioni tra libere 3 e 4 siano simili per fare un importante passo avanti". "Mi sentivo un po' perso in giro per la pista, non riuscivo proprio a spingere. Soffro ancora molto in frenata", ribadisce Vinales. La nota positiva? "Aver girato per due turni sul bagnato, perché in questo caso tutto è più lento e quindi è più seplice riuscire a verificare i dati".

Espargaró: "Peccato che il limite dei 18 anni non parta dal 2022"

Cosa cambia

Sicurezza nel Motomondiale, novità nel regolamento

Aleix Espargaró applaude la FIM per le novità varate nel regolamento, in particolare per aver alzato l'età minima dal 2023 per correre nel Motomondiale (sarà di 18 anni): "Sono d'accordo. Se lo vedi da appassionato pensi sia un peccato, ma dobbiamo adattarci ai tempi di oggi, è troppo pericoloso, in ogni gara in Moto3 vediamo cosa fanno i ragazzini, non sono preparati. Mi sembrano tutte novità molto intelligenti, sono contento che si stiano facendo passi avanti sulla sicurezza. Peccato che il limite dei 18 anni parta dal 2023 e non dal 2022...".

"Faticato molto sul bagnato"

Analizzando i tempi del venerdì di prove libere di Misano, Aleix non è soddisfatto del terzo posto: "Siamo in top 10 ma non è stato un venerdì positivo: le ultime volte sul bagnato siamo andati forte, invece oggi abbiamo faticato molto, la moto era rigida, non avevamo grip, dobbiamo lavorare". Rivola ha parlato del 'giro a banana' di Aleix nel finale del secondo turno: "Significa rischiare il giro della morte...Di solito non mi piace farlo, è molto rischioso…Oggi ho aspettato gli ultimi 5 minuti, ho fatto un giro forte e ho sfruttato la gomma al massimo. Ma la moto si muoveva troppo, era quasi impossibile gestirla".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche