MotoGP, Bagnaia: "Ottimo passo, voglio divertirmi. Gioco di squadra? Spero non succeda"

MotoGp

Il ducatista soddifatto dopo l'8° tempo conquistato a Misano al termine delle prime due libere: "Mi sono sentito molto bene sulla moto. Solo Miller ha fatto la differenza. Gioco di squadra? Spero di no, sono già stato massacrato abbastanza dopo Austin...". Sulla lotta al titolo: "52 punti di distacco da Quartararo sono tanti, ma la vivo bene. Voglio divertirmi". La gara domenica alle 14 live su Sky

GP MISANO, LA GARA LIVE

"So già che tanto andrà forte anche lui domenica, non penso tanto a oggi...": sorride Bagnaia nel parlare di Quartararo (al primo match point per il titolo), addirittura oltre la top ten dopo le prime due prove libere del GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna, 16°, mentre Pecco è 8°. "Mi sono trovato molto bene, non sono solo riuscito a fare un buon giro all'ultimo run, stavo provando la media dura ma col freddo non ha lavorato troppo bene. Il passo era molto buono, solo Miller ha fatto davvero la differenza", spiega Bagnaia. Sul tema gomme il ducatista aggiunge: "Quelli partiti con la usata stamattina sono andati più forte rispetto a quando hanno messo la nuova, è un aspetto su cui ragionare. Ho notato che all'inizio con la nuova ho faticato, invece Miller così come Marquez e Quartararo si sono trovati bene, dobbiamo chiarire il motivo". A proposito di Miller, è stato affrontato il discorso di eventuali giochi di squadra? "Spero non succeda, sono già stato massacrato abbastanza dopo Austin, dove oltretutto non era stato deciso niente prima della gara. Non deve essere detto a me, io devo essere concentrato, saranno loro poi a decidere. Dobbiamo anche ricordare che io e Miller ci stiamo giocando il secondo posto, anche se io sono ancora in lotta per il titolo. Se lui dovesse andare più forte, non credo ci saranno ordini di scuderia".

"Vivo bene questo momento. Voglio crescere e divertimi"

Match point

Quartararo campione a Misano se... Le combinazioni

Pecco è caduto nel finale del primo turno: "Devo spingere, è chiaro, devo stare davanti. Ho staccato più avanti alla quercia e sono caduto, ci sta". Sulla lotta al titolo: "Vivo molto bene questo momento. So che 52 punti di distacco da Quartararo sono tanti, sicuramente lui può permettersi di gestire, mancano ancora tre gare, può stare abbastanza tranquillo, da parte mia sto cercando di continuare nella mia crescita e divertirmi come ho fatto nelle ultime 3-4 gare, portando a casa il miglior risultato possibile. Fare un bel GP già mi basta. Crederci? Sempre...".

Miller: "Sfruttato buon livello di grip dall'inizio"

L'altro ducatista del team ufficiale, Miller, si gode la vetta dopo i primi due turni: "Sono soddisfatto. Nonostante la pioggia le condizioni della pista erano buone, abbiamo sfruttato un buon livello di grip dalla prima sessione. Abbiamo fatto alcune modifiche per le Libere 2 per portare meglio le gomme in temperatura, e hanno funzionato. Dobbiamo continuare così, confermandoci nelle qualifiche".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche