Please select your default edition
Your default site has been set

Playoff NBA: Kyrie Irving segna 37 punti, Indiana crolla nel finale a Boston

NBA

Il n°11 dei Celtics è il trascinatore tra le fila dei padroni di casa, che chiudono gara-2 con un parziale di 10-0, approfittano dei soli 12 punti segnati nel quarto periodo dai Pacers e si portano sul 2-0 nella serie

TUTTO FACILE PER I BUCKS: 2-0 CONTRO DETROIT

HARDEN IN TRIPLA DOPPIA, UTAH PERDE ANCORA

VIDEO.TUTTI GLI HIGHLIGHTS

Boston Celtics-Indiana Pacers 99-91

Ha dovuto rimandare di un anno l'appuntamento con i playoff in maglia Celtics, ma sembra esserne valsa la pena. Kyrie Irving è il protagonista della vittoria in rimonta dei biancoverdi contro Indiana nel secondo episodio della serie. Un condottiero abile ad approfittare della brusca frenata Pacers, arrivata leggermente più tardi rispetto a gara-1. Tre giorni fa gli ospiti segnarono otto punti totali di squadra in tutto il terzo quarto; stavolta si fermano a 12 complessivi nell'ultima frazione di gioco, scavalcati da un parziale di 15-0 che a cavallo dell'ultimo intervallo brucia la doppia lunghezza di vantaggio di Indiana. A decidere la sfida invece è il 10-0 finale arrivato nei 100 secondi prima della sirena, in cui Jayson Tatum torna a vestire i panni del "Giovane Favoloso" (cit.), in modalità playoff 2018 e autore prima della tripla del definitivo sorpasso sul 92-91, poi dell'assist per Gordon Hayward che regala un possesso pieno di vantaggio ai Celtics e infine della schiacciata con fallo che chiude i conti e porta Boston sul 2-0 nella serie. Alla sirena finale sono 37 i punti realizzati da Irving, che si gode la prima vera serata da protagonista ai playoff con Boston: “È stato un viaggio lunghissimo, pieno di ostacoli e problemi. Dall’essere costretto a fermarmi per essere sottoposto a un doppio intervento alle ginocchia, fermo a bordocampo a guardare i miei compagni lo scorso anno durante i playoff, al poter finalmente dare una mano in campo – non c’è nulla di paragonabile a questa sensazione”. Ben 39 minuti sul parquet – necessari, visto che Indiana è rimasta a lungo in partita – conditi con un convincente 15/26 dal campo, 6/10 dall’arco, sei assist, sette rimbalzi, un paio di stoppate e una prestazione a tutto tondo che ben racconta quale può essere l’impatto del n°11 Celtics sulle ambizioni playoff di Boston. Quando conta, sono poche le squadre che possono disporre di un campione di questo livello.

I limiti dei Pacers sono evidenti: basterà solo la difesa per iniziare a vincere?

E ai Pacers cosa resta? Certamente il rammarico di aver dimostrato di nuovo di essere una squadra in grado di giocarsela alla pari contro i biancoverdi, almeno fino a quando le energie, le forze e la mira non lasciano Indiana del tutto priva di precisione ed efficacia offensiva. I ragazzi di coach McMillan tirano con il 65% nel primo quarto – memori del disastro di gara-1 – ma perdono subito la via del canestro, rallentando nella seconda frazione a un modesto 7/20 dal campo, con sette errori e nessun bersaglio da lontano. Alla sirena finale sono 23 i punti di Bojan Bogdanovic, 15 di Thaddeus Young, al termine di una sfida che ha messo in evidenza in maniera chiara tutti i limiti di un gruppo che meglio di così sembra non poter performare. “Abbiamo sbagliato dei tiri aperti ben costruiti – sottolinea Wesley Matthews, autore della sanguinosa palla persa costata la partita a 12 secondi dalla sirena – siamo di nuovo riusciti a tenerli sotto i 100 punti segnati, nonostante un super Irving. La nostra difesa ha tenuto botta, anche quando non trovavamo mai il fondo della retina. Semplicemente, sono riusciti in alcune occasione a segnare dei canestri decisivi nel momento più opportuno. A noi sono mancati soltanto quelli”. A guardare il 2-0 nella serie però – che nel 93% dei casi coincide con un successo al primo turno dei playoff NBA – quel soltanto assume proporzioni molto più rilevanti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.