Please select your default edition
Your default site has been set

Playoff NBA, OKC-Portland 98-111 gara-4: McCollum chirurgico, i Blazers vanno sul 3-1

NBA

Importante successo esterno dei Blazers, che portano la serie sul 3-1. Fondamentali ancora una volta i 27 punti di C.J. McCollum e l'ennesimo terzo quarto da fenomeno di Damian Lillard, quando segna 15 dei suoi 24 punti. Westbrook tenuto senza canestri nel secondo tempo

LEONARD PROTAGONISTA, TORONTO VA SUL 3-1

GOLDEN STATE PASSA ANCORA A L.A.: 3-1 WARRIORS

BOSTON VINCE: 4-0 NELLA SERIE, INDIANA ELIMINATA

VIDEO.TUTTI GLI HIGHLIGHTS

Oklahoma City Thunder-Portland Trail Blazers 98-111

Dopo il terzo quarto da 25 punti regalato ai suoi tifosi in gara-3 (ma inutile per dare la vittoria ai Blazers), Damian Lillard si accende ancora dopo l’intervallo dopo un primo tempo sottotono in cui sbaglia i primi sei tiri della sua gara chiudendo con 2/8 dal campo e solo 7 punti. Dopo la pausa lunga, però, il n°0 degli ospiti regala una frazione da 15 punti che porta il vantaggio dei suoi fino anche al +19, prima che Oklahoma City riesca ad avvicinarsi a una decina di punti senza però mai mettere davvero in dubbio l’esito della partita. I 24 punti finali di Lillard non gli valgono neppure il titolo di top scorer di Portland perché C.J. McCollum chiude con 27 e un ottimo 10/20 al tiro impreziosito anche da 5 triple a segno. Nella squadra dell’Oregon c’è anche la doppia doppia di Maurice Harkless a quota 15 punti e 10 rimbalzi, mentre la sfiora soltanto Al-Farouq Aminu che chiude con 19 punti e 9 rimbalzi, uno in meno dei 10 catturati da Enes Kanter, che ci aggiunge anche 8 punti. Più ancora dell’attacco, però, funziona la difesa dei Blazers su Russell Westbrook, tenuto a zero canestri (con 0/7 al tiro) in tutto il secondo tempo: il n°0 dei Thunder sbaglia gli ultimi 10 tiri della sua partita, chiudendo con 14 punti ma un pessimo 5/21 al tiro, pur con 9 rimbalzi e 7 assist al suo attivo. In zona tripla doppia – ma molto più efficace – anche Paul George, che manda a referto una gara da 32 punti, 10 rimbalzi e 6 assist, cui si aggiungono i 17 punti in 28 minuti dalla panchina di Dennis Schroder: non bastano però a evitare a OKC la sconfitta interna, che proietta Portland sul 3-1 nella serie con la possibilità di chiudere martedì notte davanti al pubblico del Moda Center. Tutti Oklahoma City fa fatica a trovare il canestro, chiudendo sotto i 100 punti e soprattutto con un misero 37.5% dal campo, con Portland ha controllare tanto il gioco interno (36-22 i punti in area per gli ospiti) che il conto dei canestri da seconde opportunità (18-10).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.