Please select your default edition
Your default site has been set

Coronavirus, quattro giocatori dei Brooklyn Nets positivi al COVID-19: uno è Kevin Durant

CORONAVIRUS
©Getty

La franchigia newyorkese ha comunicato che quattro membri della squadra sono risultati positivi al COVID-19: uno è Kevin Durant, come confermato dallo stesso giocatore. L'ultima squadra che i Nets hanno affrontato prima della sospensione erano stati i Los Angeles Lakers, i quali si sottoporranno ai test e osserveranno 14 giorni di quarantena auto-imposta

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Quattro nuovi casi di COVID-19 in NBA. Dopo Rudy Gobert, Donovan Mitchell e Christian Wood, i Brooklyn Nets hanno annunciato che quattro giocatori sono risultati positivi al test per il coronavirus. Uno di questi è Kevin Durant, come confermato dallo stesso giocatore a The Athletic: "Sto bene, tutti devono stare attenti, prendersi cura di loro stessi e rimanere in quarantena. Ne usciremo assieme". Secondo quanto scritto, Durant è asintomatico. 

Il comunicato dei Brooklyn Nets

I Nets avevano comunicato che tre giocatori risultavano asintomatici, mentre solo uno ha attualmente sintomi compatibili con la malattia; tutti comunque si trovano in isolamento nelle loro abitazioni dove stanno venendo curati dallo staff, in contatto con le strutture sanitarie locali. L'ultima squadra ad averli affrontati prima della sospensione del campionato sono stati i Los Angeles Lakers, a cui è stato subito comunicato quanto emerso: "L’organizzazione sta rendendo nota la situazione a chiunque sia entrato in contatto con i giocatori, inclusi i recenti avversari [tra cui anche Chicago, San Antonio, Memphis, Boston e Miami, ndr] e sta lavorando con le autorità sanitarie locali e statali" si legge nel comunicato dei Nets. "A tutti i giocatori e i membri che hanno viaggiato coi Nets è stato chiesto di rimanere in isolamento, monitorando attentamente la loro salute e mantenendosi in costante comunicazione con lo staff medico. La salute dei nostri giocatori e del nostro staff è la priorità assoluta dell’organizzazione e la squadra sta facendo tutto ciò che è in suo potere per assicurarsi che chi ne è stato affetto possa essere trattato nella miglior maniera possibile".

La dura reazione del business manager di Durant

Se le prime parole di Kevin Durant, che evidentemente ha accettato che la sua identità fosse resa pubblica, hanno voluto tranquillizzare tifosi e opinione pubblica, diverse quelle invece espresse da Rich Kleinman, il business manager della superstar dei Nets, che su Twitter si è così espresso: "È tragico, pazzesco e da ignoranti che la gente ancora non ascolti le indicazioni date e continui a uscire. Le scene viste sulle spiagge in Florida [dove i ragazzi celebrano il consueto spring break come se nulla fosse, ndr] sono tragiche. State a casa, tutti, salvate voi stessi e gli altri. Questo non è un film, è la realtà! Restate a casa ed ascoltate quello che vi viene detto..."

NBA: SCELTI PER TE