Please select your default edition
Your default site has been set

Coronavirus in NBA, la lega chiede ai giocatori guariti di donare il sangue

CORONAVIRUS
©Getty

Tramite il programma NBA Together, la lega ha chiesto ai giocatori guariti dal Covid-19 di donare il sangue, aiutando la ricerca per una cura contro il coronavirus. A Rudy Gobert, Donovan Mitchell e Christian Wood si è aggiunto anche Marcus Smart tra i giocatori dichiarati clinicamente guariti

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Anche in un periodo di stop al campionato, la NBA non vuole smettere di fare la sua parte per le comunità. Per questo, attraverso il programma “NBA Together” creato proprio durante la crisi dovuta al coronavirus, la lega ha chiesto ai giocatori guariti dal Covid-19 di considerare la possibilità di donare il sangue. È quello che riporta Shams Charania di The Athletic, sottolineando il sostegno dato dalla NBA al “National COVID-19 Convalescent Plasma Project”, progetto al quale specialisti di altissimo livello lavorano per cercare cure contro il coronavirus attraverso il plasma di chi è guarito dalla malattia. Tra questi ci sono Rudy Gobert, Donovan Mitchell, Christian Wood e Marcus Smart, tutti e quattro dichiarati guariti dopo aver contratto il virus nelle settimane passate. Anche il volto televisivo di ESPN Doris Burke aveva dichiarato di voler fare la sua parte donando il sangue per favorire la ricerca di una cura per il coronavirus, che sta colpendo duramente gli Stati Uniti con oltre 140.000 casi accertati — il dato più alto al mondo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche