Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA: Steve Nash è il nuovo allenatore dei Brooklyn Nets

mercato nba

Notizia clamorosa e inattesa: i Brooklyn Nets hanno scelto l'Hall of Famer dei Phoenix Suns come nuovo allenatore della squadra di New York - battuta la concorrenza di Tyronn Lue (e non solo). Contratto di quattro anni per Nash che guiderà in panchina campioni del calibro di Kevin Durant e Kyrie Irving, Jacque Vaughn, il sostituto di coach Kenny Atkinson negli ultimi mesi, sarà il suo primo assistente

Un accordo a sorpresa, il segno di come ormai anche nella pallacanestro NBA sta cambiando il concetto di allenatore. Steve Nash sarà il nuovo coach dei Brooklyn Nets e siederà su una delle panchine più ambite della Lega. L’Hall of Famer ex Phoenix Suns ha firmato un contratto di quattro anni, come riportato da ESPN. Nelle ultime settimane infatti, il proprietario della squadra di New York Joe Tsai e il GM Sean Marks (con cui ha giocato in passato a Phoenix) hanno parlato a lungo e convinto Nash a sedersi su una panchina che gli permetterà tra gli altri di allenare campioni del calibro di Kevin Durant e Kyrie Irving. Nash, 46 anni, non ha mai avuto esperienza da capo allenatore in passato, ma è stato sempre considerato uno dei leader tecnici delle squadre con le quali è sceso in campo per oltre due decenni. Dal momento del suo ritiro nel 2015, era stato più volte avvicinato, ma aveva sempre deciso di rifiutare una sfida così importante come quella di ricoprire il ruolo di allenatore. Un innovatore della pallacanestro, che ha lavorato anche da consulente ai Golden State Warriors - anni in cui ha conosciuto e conquistato la stima di Kevin Durant, uno dei motivi per cui i Nets hanno scelto di puntare su di lui. Brooklyn però ha deciso di non rinunciare a Jacque Vaughn, che molto ha impressionato in questi mesi in cui è stato chiamato a sostituire Kenny Atkinson alla guida dei Nets. Secondo quanto raccontato dai cronisti USA, se Nash non avesse accettato il ruolo di capo allenatore, la scelta sarebbe ricaduta su di lui - che con il nuovo accordo diventa l’assistente allenatore più pagato della lega.

Nash: "Sapevo di voler diventare coach nel momento più opportuno"

In un comunicato ufficiale rilasciato dai Brooklyn Nets, Steve Nash ha spiegato: “Sono onorato di questa opportunità che mi è stata offerta da una franchigia così importante, un’organizzazione di primissimo livello. Voglio ringraziare Sean Marks, Joe Tsai e sua moglie Clara per aver creduto nella mie capacità, con la speranza che riesca a guidare nel migliore dei modi la squadra in futuro. Allenare è qualcosa che sapevo di voler coltivare e sperimentare nel momento più opportuno e sono onorato di poter avere a disposizione un gruppo di giocatori e uno staff di così alto livello. Conosco bene il livello d’eccellenza che c’è qui a Brooklyn. Sono felice ed entusiasta delle prospettive della squadra, così come dell’opportunità di trasferirmi a New York con la mia famiglia - nella speranza di diventare una figura di spicco e di impatto nella comunità”.

Campioni direttamente in panchina: tanti (e vincenti) i precedenti

Non è la prima volta che una squadra decide di puntare su un grande giocatore del passato, senza che per forza di cose abbia avuto esperienza particolare come assistente allenatore. La lista degli allenatori ad aver fatto direttamente il salto è lunga e può in parte rincuorare i Nets in vista di una stagione in cui Brooklyn vorrebbe iniziare a vincere sin da subito: Doc Rivers con gli Orlando Magic, Isiah Thomas con gli Indiana Pacers, Mark Jackson e Steve Kerr con i Golden State Warriors e Jason Kidd proprio con i Brooklyn Nets. Un altro dettaglio non da poco, a parte l’esperienza pregressa in panchina: gli ultimi tre allenatori ad aver vinto un titolo NBA (Kerr, Lue e Nurse) erano tutti e tre degli esordienti. Che sia di buon auspicio? Kevin Durant, Kyrie Irving (e non solo loro) sperano di sì.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche