Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, timore Covid: Team USA cancella l'amichevole contro l'Australia. E pensa a Harris

NBA
©Getty

Visto l'inserimento di due suoi giocatori nel protocollo "salute e sicurezza" anti-Covid, USA Basketball ha scelto in via del tutto precauzionale di annullare l'amichevole prevista nella giornata di oggi tra Team USA e la nazionale australiana. Resta invece in programma l'ultimo test (domenica) contro la Spagna. E intanto si cerca il sostituto di Bradley Beal per la missione a Tokyo

Dopo aver perso la seconda esibizione (su due) in vista della preparazione ai giochi olimpici di Tokyo contro la nazionale australiana, USA Basketball ha scelto di cancellare la seconda amichevole in programma contro la selezione verde-oro. No, non è certo timore di un'altra brutta figura, ma soltanto una precauzione dalla stessa federazione USA definita come "abbondante" al seguito dell'inserimento di due giocatori statunitensi - il primo Bradley Beal, il secondo Jerami Grant - nel "protocollo salute e sicurezza" per il contenimento del Covid-19. Di Beal, come già scritto, è ormai già certa l'assenza nella spedizione verso Tokyo mentre è trapelato come Jerami Grant non sia risultato positivo a nessun tampone ma per il momento la sua inclusione è dovuta solo al timore di un possibile contatto con un un positivo. Quella contro l'Australia, prevista per oggi, era la penultima amichevole in programma per Team USA prima di viaggiare in Giappone, seguita il 18 luglio dall'ultimo match contro la Spagna, che al momento rimane invece confermato. Una situazione non certo ottimale per coach Popovich e lo staff di Team USA per preparare un appuntamento prestigioso come quello delle Olimpiadi, preparazione iniziata nel peggiore dei modi con due sconfitte nelle prime due amichevoli (contro Nigeria e Australia) seguite dalla vittoria contro l'Argentina

Chi rimpiazza Bradley Beal? L'identikit di Popovich

leggi anche

Beal positivo al Covid, si cerca un sostituto

E proprio Gregg Popovich ha fatto sapere il probabile identikit del giocatore chiamato a sostituire Beal: "Difficile sia una superstar: alcune sono già in vacanza, altre non sono interessate, altre magari stanno recuperando da qualche infortunio e altre ancora sono free agent sul mercato. A noi serve un giocatore che sia da subito in una discreta forma fisica e che sia in grado di inserirsi senza troppi problemi in una squadra". Tra i nomi circolati si è fatto con una certa insistenza quello dell'ala di Philadelphia Tobias Harris, reduce da una stagione regolare vicina ai 20 punti e 7 rimbalzi di media, con oltre il 51% al tiro e quasi il 40% da tre punti. Il giocatore dei Sixers è al momento in vacanza fuori dagli Stati Uniti ma atteso al ritorno in patria per domani sera: il tempo (dice qualcuno) di fare i bagagli e raggiungere i suoi colleghi a Las Vegas. L'altro nome circolato negli ambienti come vice-Beal è quello di Christian Wood, degli Houston Rockets.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche