Coronavirus, Tokyo 2020. Bebe Vio: "Triste per rinvio di Paralimpiadi, ma è giusto così"

tokyo 2020

La schermitrice azzurra commenta il rinvio di Olimpiadi e Paralimpiadi al 2021 a causa dell'emergenza coronavirus: "Le abbiamo sognate così tanto, poi all'improvviso i giorni e le ore di allenamento si resettano. Sono triste, bisogna riprogrammare tutto, ma è giusto così"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

"Aggiorniamo il countdown: da oggi mancano 520 giorni alle Paralimpiadi di Tokyo". Bebe Vio commenta così sui suoi profili social, la decisione del Cio di rinviare i Giochi al 2021. "Le abbiamo sognate per così tanto...e poi all'improvviso i giorni e le ore di allenamento si resettano - scrive la schermitrice italiana -. Ora dovremo ripartire e riprogrammare tutto: lo studio, gli allenamenti, le gare, le qualifiche... Sono triste, certo, ma è giusto così. Adesso non possiamo stare qua e lamentarci del tempo perduto, dobbiamo concentrarci sull'oggi e non dimenticare chi, ora e nei prossimi giorni, lotterà per non perdere qualcosa di più grande. Superiamo tutti insieme questo momento difficile. Continuiamo a stare a casa e blocchiamo questo cacchio di coronavirus! Insieme ce la faremo", conclude l’azzurra.

OLIMPIADI: SCELTI PER TE