Caricamento in corso...
12 agosto 2017

Tennis Wta Toronto, tutto facile per Wozniacki: è finale con Svitolina

print-icon
car

Netto successo per la danese, sesta testa di serie del tabellone, che ha superato con i parziali di 6-2, 6-3 la statunitense Stephens, numero 934 del ranking. In finale, Caroline troverà l'ucraina, che ha battuto Simona Halep

Caroline Wozniacki-Elina Svitolina è la finale del torneo Wta di Toronto. La danese, sesta testa di serie del tabellone, ha superato per 6-2, 6-3 la statunitense Sloane Stephens in un'ora e 23' di gioco, mentre l'ucraina ha battuto la romena Simona Halep con i parziali di 6-1, 6-1. Niente da fare per Stephens, ripartita dalla posizione numero 934 del ranking dopo un anno esatto di assenza dai campi a causa di un infortunio, che ha comunque gettato le basi per ripartire in futuro, magari già ai prossimi US Open. Decisivi i 41 errori non forzati dell'americana contro i soli 11 di Caroline, come al solito un fenomeno nel giocare sui gratuiti dell'avversaria.

Stephens, favola finita

La partenza a razzo di Wozniacki regala il break al secondo gioco che le consente di andare subito avanti 3-0. L'americana tiene il servizio e si sblocca per il 3-1, ma la danese alterna colpi veloci e lenti, sfruttando la poca mobilità della 24enne statunitense, forse stanca dopo i tanti incontri ravvicinati a Toronto. I troppi errori tradiscono Stephens, che cede anche il servizio anche nel sesto gioco per il 5-1 che sembra chiudere i conti nel primo parziale. Wozniacki però si distrae, spreca un set point e cede il servizio per il 5-2, con la statunitense che trova finalmente qualche buon punto con il suo colpo preferito, il diritto. I consigli del padre-coach danno subito i frutti sperati:  Caroline torna in campo decisa e piazza il terzo break, portando a casa il primo set 6-2 in mezz'ora. Stephens riparte come meglio non potrebbe, strappando il servizio all'avversaria per la seconda volta di fila. La danese sposta gli scambi sull'amato rovescio e piazza l'ennesimo controbreak, riportando le cose in perfetta parità (1-1). L'americana è in partita e lo dimostra riuscendo a vincere anche i primi scambi lunghi, cosa mai accaduta a inizio match. La mancanza di una prima solida (50% di vincenti e appena un ace), però, la penalizza: arriva così il secondo break del set, che fa volare Wozniacki sul 3-1. Sotto gli occhi del fidanzato, l'ex giocatore di Warriors e Spurs, David Lee, la danese butta via il servizio ancora una volta (la terza negli ultimi quattro turni di battuta) e viene rimontata da Stephens sul 3 pari al termine di un game, il sesto, molto combattuto, in cui la numero 934 del ranking non regala il break per la seconda volta in tutto il match. Un doppio fallo e un errore con il rovescio sono fatali però nell'ottavo game alla statunitense, che cede ancora il servizio per il 5-3, prima che la pioggia irrompa ancora una volta sul cielo di Toronto, costringendo l'arbitro a sospendere il match per qualche minuto. Wozniacki non perde la concentrazione e tiene la battuta, chiudendo sul 6-3 e conquistando la sesta finale di questa stagione, la quarta sul cemento dopo Doha, Dubai e Miami. La danese cercherà il primo titolo del 2017, il 26^ della carriera, contro Elina Svitolina.   

Halep, che batosta!

Elina Svitolina è la seconda finalista del Torneo Wta di Toronto. L'ucraina, quinta testa di serie del tabellone, ha letteralmente demolito Simona Halep (2), lasciando alla romena appena 2 giochi complessivi, in un doppio 6-1 senza appello. La detentrice della Rogers Cup, apparsa stanca e davvero poco incisiva, deve così rimandare l'appuntamento con la vetta della classifica mondiale. Match senza storia, chiuso in appena 56' da Svitolina, che si giocherà la terza finale di un Wta Premier in questo 2017, in cui ha già vinto quattro tornei (su altrettante finali). Nei precedenti con Wozniacki, l'ucraina conduce 2-0, tra cui il successo nella finale di Dubai di inizio anno. 

I PIU' VISTI DI OGGI