Tennis, Australian Open 2018: Cilic primo finalista, battuto Edmund

Tennis
cilic_getty

Il croato stronca la favola del britannico Edmund, condizionato anche da un problema fisico, battendolo in tre set 6-2, 7-6, 6-2. Ora Cilic, alla sua terza finale Slam della carriera, attende il vincente di Federer-Chung

AUSTRALIAN OPEN: RISULTATI E TABELLONE

AUSTRALIAN OPEN, RISULTATI LIVE

GUIDA TV, GLI AUSTRALIAN OPEN SU EUROSPORT

LA FINALE DONNE SARA' HALEP-WOZNIACKI

Marin Cilic è il primo finalista degli Australian Open 2018. Il croato, sesta testa di serie del tabellone, si è liberato di Kyle Edmund (numero 49 ATP) con i parziali di 6-2, 7-6(4), 6-2 in due ore e 18' di gioco. Cilic, vincitore degli US Open nel 2014 e finalista a Wimbledon nel 2017, dove perse contro Roger Federer, attende ora di conoscere lo sfidante che uscirà dalla seconda semifinale in programma venerdì tra il Maestro svizzero e il soprendente coreano Chung. Per il croato di Medjugorje, 29 anni, si tratta della prima finale a Melbourne, la terza in uno Slam, che gli vale anche la terza posizione nel ranking ATP a partire da lunedì prossimo. Finisce così la favola di Kyle Edmund, che dopo aver battuto il nostro Andreas Seppi e Grigor Dimitrov, si ferma tra i migliori quattro in uno Slam, suo miglior risultato in carriera. Il 'nuovo Andy Murray', come è stato più volte ribattezzato, era diventato il primo britannico oltre allo scozzese a raggiungere una semifinale degli Australian Open da 41 anni a questa parte. Si consolerà con una classifica ATP che lo vedrà entrare senza problemi tra i migliori 30 del mondo. La partita non è praticamente stata mai in discussione, con Cilic che ha confermato l'ottima impressione destata nei quarti nel match vinto con Rafa Nadal, chiudendo il match con 11 aces e 45 punti su 50 conquistati con la prima di servizio. Al croato sono bastati due break consecutivi nel sesto e nell'ottavo game per conquistare il primo set 6-2 in 35'. Dopo una lunga interruzione per un medical time-out chiamato da Edmund prima del secondo parziale, il britannico rientra in campo molto nervoso e si dilunga in una protesta con l'arbitro per una chiamata sul 2-2. Un brivido che gli dà la scossa necessaria per trascinare Cilic al tie-break, vinto però agevolmente dal croato (specialista del settore) con il punteggio di 7-4. Nel terzo set, Cilic strappa il servizio a Edmund nel suo secondo turno di battuta e nel settimo game, tanto basta per chiudere i conti 6-2 e approdare alla sua prima finale australiana, la terza in altrettante prove diverse dello Slam dopo Wimbledon e US Open. 

"Fondamentale aver vinto il tie-break nel secondo set"

Cilic diventa il primo croato nella storia a conquistare una finale a Melbourne. Un motivo in più per sorridere dopo il match vinto con Edmund in poco più di due ore di gioco: "La chiave del match è stato il secondo set, ho cominciato a servire meglio e a colpire bene nel tie-break - ha spiegato il croato ai microfoni di Jim Courier subito dopo l'incontro -. Mentalmente sono stato sempre presente, questo è molto importante. I problemi fisici di Edmund? Ho visto che nel terzo game dell’ultimo set ha lasciato andare qualche scambio e che le gambe non erano più le stesse, ma aver vinto il tie-break è stato cruciale". Il britannico si è rivelato un osso duro, anche se in questa semifinale non è riuscito a contrastare il gioco senza sbavature di un Cilic che appare in grande forma: "Edmund ha giocato un grande tennis, ha avuto una strada molto lunga in questo che gli ha lasciato qualche cicatrice sul suo corpo - ha detto il vincitore degli US Open 2014 -. Sentiremo parlare ancora molto di lui. Personalmente ho lasciato tanta energia contro Nadal, ma grazie al team sto bene fisicamente e adesso avere due giorni liberi mi aiuterà sicuramente". In finale attende il vincente tra il nuovo che avanza e il terribile 'vecchietto': "Chung è un ragazzo molto interessante, cresciuto davvero molto negli ultimi tempi, Federer gioca in maniera molto aggressiva e per batterlo dovrò fare altrettanto - ha concluso Cilic -. E’ l’unico modo per contrastarlo". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche