Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
24 marzo 2018

Miami Open, clamoroso ko Federer: Kokkinakis vince 2-1 e Nadal torna numero 1 ATP

print-icon

Risultato a sorpresa al 2° turno del Miami Open: lo svizzero sconfitto dal numero 175 al mondo con il punteggio di 3-6 6-3 7-6. Da lunedì Rafa Nadal, anche senza giocare, si riprenderà il 1° posto del Ranking. A fine match Roger conferma: "Salto la stagione sulla terra rossa"

FOGNINI OK CONTRO KUHN. TUTTI I RISULTATI DELLA GIORNATA 4

MIAMI, TABELLONE E RISULTATI

GUIDA TV: L'OPEN DI MIAMI SU SKY

Un risultato a sorpresa dopo un esordio davvero difficile. Roger Federer fuori già al 2° turno del Miami Open dopo una partita lunga, complicata persa al tie break contro il 21enne Thanasi Kokkinakis, 175° al mondo. Il ko dello svizzero permetterà lunedì a Rafa Nadal di tornare in vetta al Ranking Atp anche senza giocare in Florida. Reduce dalla sconfitta contro Del Potro all’ultimo atto di Indian Wells, primo ko del 2018, King Roger ha esordito al secondo turno. Dopo aver fatto proprio il primo set in poco più di mezz’ora, con un break al quarto gioco, sembrava essersi messo tutto per il meglio per lo svizzero. Nel secondo set sono cominciati i problemi: Kokkinakis ha inflitto un break all’avversario al quinto game che ha tenuto fino alla fine rendendo il 21enne di Adelaide il quinto tennista della stagione a "vincere" un set dopo Cilic, Haase, Coric e Del Potro. Nel terzo, la vittoria al tie break. Dopo il match è anche arrivato l'atteso annuncio di Roger: "Salterò la stagione sulla terra rossa". Federer dunque non sarà al via nè agli Internazionali d'Italia nè al Roland Garros. 

Primo set

Federer parte bene e in un paio di minuti fa subito suo il primo game, dando la sensazione di prendere già bene il campo all’avversario. Kokkinakis tuttavia non si demoralizza e non fallisce il turno di servizio. Conclude il primo ace di giornata, mentre lo svizzero sembra più in difficoltà sulle risposte. Quando tocca a Federer battere però non c’è quasi storia per nessuno. L’australiano non replica e preferisce tenersi caldo per il gioco successivo. E in effetti la sua prestazione è più che sufficiente. Sfianca al punto giusto il numero uno al mondo e cerca di colpirlo con il lungo linea, ma non riesce a chiudere la pratica e subisce il suo ritorno. Il re non sfrutta due palle break, ma alla terza non perdona e va sul 3-1. Nessuna sorpresa nel quinto game, a parte la spettacolare giocata dietro la schiena di Federer. Il gesto tecnico non vale il punto, portato a casa da Kokkinakis con un passante, ma il gioco è comunque preda del campione in carica del Miami Open. Prendere il sopravvento dell’australiano non è però così semplice. Il numero 175 al mondo infatti reagisce con coraggio e accorcia sul 4-2, lasciando a zero il suo avversario. La qualità di Federer comincia a crescere gradualmente e si nota anche nel successivo turno di battuta, vinto lasciando nel segno una bella voléè e alzando il pressing a rete. Il tennista di origini greche passa indenne il game di servizio e regala l’ultima personale bella giocata del primo set prima di passare in svantaggio. Federer lo manda all’angolo con una demi volée, ma Kokkinakis lo beffa con un lungo linea. Re Roger però non si scompone e vola sull’1-0 dopo poco più di mezz’ora con un ace finale, il secondo della partita.

La magia di Federer

Secondo set

Kokkinakis sembra accusare il colpo e inizia in modo pessimo il secondo parziale, incassando un altro doppio fallo. Ha il merito comunque di annullare una palla break e portare a casa il turno di battuta. Anche la partita di Federer si sporca del primo doppio fallo nel secondo set, ma lo svizzero mantiene perfetta la sua percentuale di successo sui turni di battuta. Il game vinto inizialmente regala una nuova iniezione di energia fisica e mentale all’australiano, bravo ad alzare il ritmo e ad approfittare di uno stato di eccessivo relax dell’avversario. Il turno di battuta scivola via senza la minima difficoltà, ma la sorpresa arriva nel game successivo, dove lascia Federer a 0 e conquista il primo break di giornata. Kokkinakis ritorna alla battuta e tira inizialmente il fiato, salvo poi riprendersi e giocare sulle corde tese di Federer portandosi sul 4-1. Il campione del Miami Open 2017 mette in campo la sua tecnica per contrastare il momento positivo del suo avversario, ma non riesce a cambiare passo e continua a subire le sue risposte, trascinando il parziale sul 5-3, con turno di battuta che spetta all’australiano. Quest’ultimo parte subito con un ace e in pochi secondi ottiene l’1-1 lasciando completamente a mani vuote il tennista classe ’81 che chiude con il 27% sulla seconda di servizio.

Terzo set

L’avvio di terzo set sembra ritrovare il predominio del Re, ma Kokkinakis è in giornata e risponde colpo su colpo, tenendo il turno di battuta. Federer invece ha fretta di rimettere il match sui propri binari e torna travolgente al servizio. Arrivati sul punteggio di 3-2 per lo svizzero sembra il momento buono per dare lo schiaffo giusto alla partita. Ma è proprio qui che l’australiano offre il livello massimo di prestazione. Non nel gioco, ma nella tenuta mentale, che gli permette di annullare la palla break di Federer e di fare suo il game dopo circa 10 minuti. La fatica si fa sentire e infatti il campione dell’ultimo Miami Open si riporta in vantaggio in 69 secondi. Canovaccio simile si ripete anche nelle battute successive da una parte e dall’altra. Il tennista elvetico non va mai sotto, ma il suo avversario sembra dare maggiori garanzie dal punto di vista fisico, in particolare quando fa suo quasi senza opposizione il game del 5-5. Il numero 1 al mondo conduce senza problemi il proprio turno di battuta e vola sul 30-0 nel corso del 12° game, grazie anche a un eccesso di forza di Kokkinakis. L’australiano però si riprende e ribalta il risultato, rischiando tanto ed approfittando di un errore in slice dello svizzero, conquistando il meritato tie break. Il 21enne si carica e chiude subito un mini break, perdendo il vantaggio al secondo servizio. Federer è nel momento giusto e vince il terzo game di fila con un dritto che prende in controtempo l’avversario. Straordinaria è però la mentalità di Kokkinakis che non molla mai, si prende il mini break e si porta sul 6-4 con due match point a disposizone. A questo punto il re getta le armi e “regala” il 7° e decisivo punto al tennista australiano che vince la partita più importante della sua vita. Per Federer resta una sconfitta clamorosa.

Programmazione e guida tv

Questa la programmazione dell’Open di Miami, in diretta esclusiva e in Alta Definizione su Sky Sport 2

QUINTA GIORNATA dalle 17 di domenica 25 alle 5 di lunedì 26 marzo

SESTA GIORNATA dalle 19 alle 1 di lunedì 26 marzo

SETTIMA GIORNATA dalle 17 alle 1 di martedì 27 marzo

PRIMO QUARTO DI FINALE alle 21 di mercoledì 28 marzo

SECONDO QUARTO DI FINALE alle 3 notte mercoledì 28 a giovedì 29 marzo

TERZO QUARTO DI FINALE alle 21 di giovedì 29 marzo

ULTIMO QUARTO DI FINALE alle 1 notte giovedì 29-venerdì 30 marzo

PRIMA SEMIFINALE alle 19 di venerdì 30 marzo

SECONDA SEMIFINALE alle 1 notte venerdì 30- sabato 31 marzo

FINALE alle 19 di domenica 1° aprile

TUTTI I VIDEO DI TENNIS

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi