Tennis, altri 2 tennisti positivi all'Adria Tour dopo Dimitrov: Coric e Troicki

Tennis

Oltre al bulgaro Dimitrov sono risultati positivi al Covid-19 anche il croato Coric e il serbo Troicki, tutti presenti all'Adria Tour, torneo benefico organizzato da Djokovic al quale hanno partecipato altri big del tennis, ritrovatisi poi anche in una discoteca a Belgrado. Una volta saputo di questi casi anche Nole si è sottoposto al tampone e si attende il risultato del test. Negativi Zverev, Cilic e Rublev

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Dopo Dimitrov, tocca a Borna Coric e a Viktor Troicki. Ma non solo. Domenica il tennista bulgaro ha annunciato di essere positivo al coronavirus e il giro di contagi rischia ora di allargarsi: anche Coric croato infatti, altro partecipante all'Adria Tour organizzato da Djokovic, è risultato positivo al Covid-19. È stato lui stesso ad annunciarlo sui social: "Ciao a tutti, voglio informarvi che sono risultato positivo al coronavirus - ha scritto su Twitter -. Voglio dire a tutti quelli venuti in contatto con me negli ultimi giorni di farsi fare il test. Sono davvero dispiaciuto per i problemi che posso aver causato. Io sto bene e non ho sintomi. State al sicuro e in salute. Vi voglio bene”. Nelle ore successive poi i media serbi hanno riportato la notizia della positività di Troicki, oltre a quella - scrivono in serbia - della moglie attualmente incinta  

Djokovic, ritorno a Zara e test anti Covid

Nelle ore successive all'annuncio di Coric ecco altre due positività: si tratta di Marco Panichi, uno degli allenatori di Djokovic, e Christian Groh, allenatore di Dimitrov. Una volta saputa la notizia Djokovic è immediatamente tornato a Zara in Croazia, una delle città nelle quali si è giocato l'Adria Tour, e si è sottoposto al test per il coronavirus assieme ai componenti della famiglia e del suo staff tecnico. Ha fatto il tampone anche il primo ministro croato, Andrej Plenkovic, che sabato si è recato a Zara per il torneo e ha incontrato Djokovic, oltre ai croati Cilic e Goran Ivanisevic. "L'incontro e' durato due-tre minuti, non ci sono state strette di mano, ne' un contatto fisico diretto, ma il premier ha comunque deciso di fare il test", e' stato riferito dal governo di Zagabria. Test poi risultato negativo

Tamponi negativi per Zverev, Cilic e Rublev

La notizia della positività di Dimitrov aveva già innescato le proteste di alcuni colleghi nei confronti di Djokovic, ma il n° 1 al mondo aveva risposto alle critiche parlando di situazione sotto controllo, sebbene la finale del torneo a scopo benefico organizzato da Nole - e in programma tra lo stesso serbo e Rublev - fosse stata annullata. Lo stesso tennista russo ha postato su Twitter un messaggio in cui annuncia la sua negatività: "Sono in salute e sto bene, sono negativo al tampone per il Covid-19. E' nostra responsabilità quello che sta accadendo, quindi dobbiamo cercare di limitare la diffusione del virus. Per questo mi metto in auto quarantena per 14 giorni". Negativi anche Cilic e Zverev, presenti a Zara, come confermato dai post sui social. Entrambi, come Rublev, saranno in autoisolamento per due settimane. La situazione è comunque ancora pesante, in particolare per la festa in discoteca organizzata a Belgrado e in cui varie star del tennis e dello sport vi hanno partecipato senza rispettare le indicazioni sul distanziamento fisico.

zverev
Foto Twitter Zverev

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche