Nuova Champions League, dal 2024 cambiano le regole. Anticipazioni da L'Equipe

Champions League

Come annunciato dall'Eca, dal 2024 cambierà il format della Champions League. Ecco alcune indiscrezioni de L'Equipe: 4 gironi da 8 squadre ciascuno, solo le prime 4 si qualificheranno ai quarti oltre ad accedere all'edizione successiva (insieme alla 5^ classificata). Nessun accesso automatico all'Europa League dal 6° all'8° posto di ogni gruppo: sarebbero previsti spareggi per guadagnarsi i gironi della Champions che verrà, chi perde va nell'Europa League seguente insieme all'8^ che partirà dai preliminari

MAN UNITED-BARÇA LIVE

AJAX-JUVE LIVE, LE ULTIME NEWS DA AMSTERDAM

IL PROGRAMMA DELLE GARE DI OGGI

LE PROBABILI FORMAZIONI DI AJAX-JUVE

Prende forma la nuova Champions League, massimo torneo continentale pronto ad essere riformato. L’aveva annunciato l’Eca (l’Associazione dei Club Europei) per voce del presidente Andrea Agnelli, e l’Equipe sulle proprie pagine fornisce tutti i dettagli del nuovo format: come riportato dal quotidiano sportivo francese, infatti, dal 2024 ci dovrebbero essere importanti modifiche a partire dalla composizione dei gironi che contemplano 32 squadre partecipanti: saranno 4 i gruppi costituiti da 8 club ciascuno per un totale di 224 incontri. Novità che non si esaurirebbero al numero dei gironi e delle società ammesse: al termine della prima fase, infatti, le prime 4 di ogni gruppo (oltre ad accedere agli ottavi di finale) otterrebbero anche la qualificazione automatica all’edizione successiva. Da segnalare come le due finaliste potrebbero disputare 21 gare complessive contro le 13 attuali.

Sempre secondo l’Equipe, dal 2024 la Champions League cambierà anche in materia di qualificazioni e di "retrocessioni": dimenticate il ripescaggio automatico nell’Europa League in corso, quantomeno per chi si posiziona dal 5° all’8° posto nel girone: la 5^ classificata dovrebbe staccare il pass per la fase a gironi della Champions che verrà, ammissione d’obbligo pure per le vincenti degli spareggi tra la 6^ e la 7^ classificata di ogni gruppo. Per chi uscirà sconfitto dagli spareggi, invece, sarebbe ufficiale l’ammissione all’Europa League seguente, mentre l’8^ e ultima piazzata di ogni girone ripartirebbe dai preliminari estivi dell’Europa League. In questo modo 24 squadre su 32, pur senza classificarsi in zona Europa nei rispettivi campionati, avrebbero comunque modo di accedere all’edizione seguente della Champions League. I restanti 8 posti liberi, invece, andrebbero alle semifinaliste di Europa League nonché a quattro squadre campioni nazionali in patria non ancora qualificate. Una nuova veste per la massima competizione europea, rivoluzione che se confermata cambierà completamente i destini dei club partecipanti.

I più letti