Klopp: "Io al posto di Löw sulla panchina della Germania? No, ho contratto col Liverpool"

LIVERPOOL

L'allenatore del Liverpool allontana le voci che lo vorrebbero come uno dei candidati principali alla panchina della Nazionale tedesca dopo l'addio di Klopp: "Non sono disponibile. Ho un contratto e i contratti si rispettano. In Germania ci sono ottimi allenatori, troveranno una buona soluzione". Sul momento complicato: "Ci mancano i nostri tifosi, ma non deve essere una scusa. Ma possiamo vincere la Champions"

LIVERPOOL-LIPSIA LIVE

Jurgen Klopp non ha nessuna intenzione di lasciare la panchina del Liverpool per sedersi su quella della Germania. A precisarlo è stato lo stesso allenatore dei Reds, che ha negato l'ipotesi nel corso della conferenza stampa della vigilia del match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Lipsia. Dopo le parole dell attuale Ct tedesco Joachim Löw, che in mattinata ha annunciato che lascerà la guida della Nazionale dopo gli Europei, in tanti avevano messo Klopp in pole per la successione. Le voci sono state prontamente respinte dal diretto interessato: "Se sono disponibile per questo lavoro dopo l'estate? No", ha risposto l'allenatore del Liverpool in maniera categorica.

"Ho un contratto con il Liverpool. E in Germania ci sono ottimi allenatori"

leggi anche

Germania, Löw lascia la nazionale dopo l'Europeo

Klopp ha poi motivato la sua risposta: "Ho ancora tre anni di contratto con il Liverpool e, quando firmi un contratto, ti attieni a questo. È semplice. Io sono sempre rimasto fedele ai contratti, sia con il Mainz che con il Borussia Dortmund". Pochi dubbi anche sul futuro Ct della Germania: "Löw in questi anni ha fatto un lavoro incredibile, è stato uno degli allenatori più vincenti. Ma sono sicuro che con il gran numero di ottimi allenatori che ci sono in Germania, la federcalcio tedesca troverà una buona soluzione".

"Ci mancano i tifosi, ma possiamo vincere la Champions"

LA CRISI

Liverpool ancora ko: 6^ sconfitta di fila in casa

Klopp è poi tornato a parlare di attualità. La partita di ritorno con il Lipsia (vittoria 2-0 in trasferta all'andata) è un'occasione di riscatto per il Liverpool, reduce da sei sconfitte interne consecutive in campionato e in generale da un momento difficilissimo: "Sono felice di avere la possibilità di tornare subito a giocare - ha detto l'allenatore dei Reds -, nel corso della stagione abbiamo avuto grandi momenti ma ora li hanno altre squadre. Come mai questa serie negativa in casa? Nel nostro stadio c'è una delle atmosfere migliori del mondo e i tifosi ci sono mancati. Ovviamente non deve essere una scusa, ma sappiamo che il supporto dei tifosi può aiutare nei momenti difficili. Non vedo l'ora che al pubblico sia permesso di tornare". Chiusura sulla Champions: "Perché possiamo vincere il torneo? Per due motivi: la qualità che abbiamo e il livello del calcio in generale. Non ho dubbi sulla mia squadra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche