user
06 settembre 2018

Italia-Polonia, Brzeczek: "Loro favoriti, ma non abbiamo paura. Zielinski fondamentale"

print-icon
Jerzy Brzęczek

Jerzy Brzęczek, allenatore della Polonia

L'allenatore polacco ha presentato la sfida contro gli azzurri in Nations League: "Voglio vedere quanto siamo cresciuti e a che punto siamo con la nostra filosofia. Loro sono favoriti, giocano in casa, ma noi abbiamo un'ottima base. Zielinski è un punto di riferimento"

ALLA SCOPERTA DI PIATEK E DELLA POLONIA "ITALIANA"

ITALIA-POLONIA, LE PROBABILI FORMAZIONI

NATIONS LEAGUE: COS'È, COME FUNZIONA

La Polonia non ha paura. L'hanno detto i giocatori nei giorni scorsi e l'ha ribadito Jerzy Brzeczek in sala stampa, prima della sfida contro gli azzurri in programma venerdì sera: "Voglio vedere quanto siamo cresciuti - ha detto l'allenatore polacco - l'Italia è favorita ma noi non abbiamo paura". Dopo la delusione mondiale e l'addio di Nawalka, la Polonia ha iniziato un nuovo corso. Anche grazie a una sfilza di giocatori che giocano in Serie A, da Zielinski a Piatek, rivelazione del Genoa (7 gol in 3 partite tra campionato e Coppa Italia). Poi Linetty, Milik e tutti gli altri, ma il vero punto di riferimento resta il centrocampista del Napoli: "E' fondamentale per il nostro gioco". 

"Abbiamo cambiato molto, ma non temiamo nessuno"

Girone complicato per la Polonia, all'esordio in Nations League con due nazionali ostiche (Italia e Portogallo). Brzecek vuole vedere a che punto sono i progressi dei suoi: "Giochiamo in trasferta, ma abbiamo una buona base, tanti giocatori che conoscono il campionato italiano e i loro avversari quindi mi aspetto una gara di valore. Abbiamo il massimo rispetto della Nazionale, voglio vedere quanto siamo cresciuti in questi giorni di lavoro insieme". La Polonia vuole iniziare nel modo giusto: "Vorrei che i miei giocassero in modo equilibrato". Nessun commento sulla delusione Mondiale, out ai gironi: "Non guardo il passato, abbiamo un buon potenziale. Ora siamo qui e ci concentriamo sul nostro presente, smettendola di pensare a quello che è successo in Russia". 

"Giocheremo con umiltà e ottimismo"

Così il ct sui progressi di Zielinski: "Sta disputando un'ottima stagione a Napoli, mi auguro che si confermi anche in nazionale, è il nostro punto di riferimento. Voglio vedere i progressi della mia squadra, affronterò la gara di venerdì con la massima umiltà e con tutto l'ottimismo possibile. Ho 12 giocatori diversi rispetto a quelli convocati al Mondiale, quindi dovremo capire se la nostra filosofia è stata compresa da tutti gli elementi in rosa".

ULTIM’ORA

BOLOGNA, 16:52

CALCIO, POLONIA; BRZECZEK: ITALIA FAVORITA, PER NOI TEST IMPORTANTE

"Giochiamo in trasferta, anche per questo l'Italia e' la squadra favorita ma abbiamo una buona base, tanti giocatori che conoscono il campionato italiano e i loro avversari quindi mi aspetto una gara di valore da parte nostra. Siamo venuti qui con il massimo rispetto per la Nazionale italiana, il mio obiettivo e' vedere quanto siamo cresciuti in questi giorni di lavoro insieme". Cosi' il ct. polacco Jerzy Brzeczek nel corso della conferenza stampa alla vigilia della sfida in programma domani sera allo stadio 'Dall'Ara' di Bologna, primo impegno della Nations League. "Ho chiesto ai miei giocatori di giocare da squadra, in maniera equilibrata, senza pensare a dare la priorita' in termini di attenzione a un reparto rispetto a un altro - ha aggiunto il c.t. della Polonia -. Non guardo indietro a quello che e' stato il nostro passato, la delusione del nostro Mondiale e' evidente ma abbiamo un buon potenziale. Ora siamo qui e ci concentriamo sul nostro presente smettendola di pensare a quello che e' successo in Russia". "La nostra formazione? La sapranno prima i giocatori e poi i giornalisti - ha proseguito Jerzy Brzeczek -. Siamo pronti e concentrati per la gara di domani. Come giocheremo? Per capire un modulo serve tempo. Al Mondiale ci sono state tante critiche per i nostri cambiamenti quindi il mio obiettivo e' dare certezze ai miei calciatori. Zielinski? Sta disputando un'ottima stagione a Napoli, mi auguro che si confermi anche in nazionale, lo considero un nostro punto di riferimento". Il c.t. polacco ha parlato anche di alcune situazioni di gioco per la sfida contro l'Italia. "Le palle ferme sono state un fattore importante nelle nostre recenti partite, ma in tre giorni non e' stato facile preparare questo particolare con cura - ha concluso Jerzy Brzeczek -. Mi preme maggiormente veder crescere la nostra squadra. La partita di domani la affrontero' con l'umilta' necessaria ma anche con ottimismo. Ho 12 giocatori diversi rispetto a quelli convocati al Mondiale, quindi l'importante contro l'Italia sara' capire se la nostra filosofia e' stata compresa dagli elementi che ho a disposizione in questi pochi giorni di lavoro insieme".

ULTIM’ORA

BOLOGNA, 16:52

CALCIO, POLONIA; BRZECZEK: ITALIA FAVORITA, PER NOI TEST IMPORTANTE

"Giochiamo in trasferta, anche per questo l'Italia e' la squadra favorita ma abbiamo una buona base, tanti giocatori che conoscono il campionato italiano e i loro avversari quindi mi aspetto una gara di valore da parte nostra. Siamo venuti qui con il massimo rispetto per la Nazionale italiana, il mio obiettivo e' vedere quanto siamo cresciuti in questi giorni di lavoro insieme". Cosi' il ct. polacco Jerzy Brzeczek nel corso della conferenza stampa alla vigilia della sfida in programma domani sera allo stadio 'Dall'Ara' di Bologna, primo impegno della Nations League. "Ho chiesto ai miei giocatori di giocare da squadra, in maniera equilibrata, senza pensare a dare la priorita' in termini di attenzione a un reparto rispetto a un altro - ha aggiunto il c.t. della Polonia -. Non guardo indietro a quello che e' stato il nostro passato, la delusione del nostro Mondiale e' evidente ma abbiamo un buon potenziale. Ora siamo qui e ci concentriamo sul nostro presente smettendola di pensare a quello che e' successo in Russia". "La nostra formazione? La sapranno prima i giocatori e poi i giornalisti - ha proseguito Jerzy Brzeczek -. Siamo pronti e concentrati per la gara di domani. Come giocheremo? Per capire un modulo serve tempo. Al Mondiale ci sono state tante critiche per i nostri cambiamenti quindi il mio obiettivo e' dare certezze ai miei calciatori. Zielinski? Sta disputando un'ottima stagione a Napoli, mi auguro che si confermi anche in nazionale, lo considero un nostro punto di riferimento". Il c.t. polacco ha parlato anche di alcune situazioni di gioco per la sfida contro l'Italia. "Le palle ferme sono state un fattore importante nelle nostre recenti partite, ma in tre giorni non e' stato facile preparare questo particolare con cura - ha concluso Jerzy Brzeczek -. Mi preme maggiormente veder crescere la nostra squadra. La partita di domani la affrontero' con l'umilta' necessaria ma anche con ottimismo. Ho 12 giocatori diversi rispetto a quelli convocati al Mondiale, quindi l'importante contro l'Italia sara' capire se la nostra filosofia e' stata compresa dagli elementi che ho a disposizione in questi pochi giorni di lavoro insieme".

NATIONS LEAGUE, TUTTI I VIDEO

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi