La situazione del girone dell'Italia alle qualificazioni Euro 2020: classifica e risultati

Europei

L'Armenia vince 4-2 contro la Bosnia trascinata da Mkhitaryan, doppietta assist per il giallorosso. In rete anche l'altro giallorosso in campo, Edin Dzeko, ma non basta ad evitare la sconfitta. Pari Grecia con Liechtenstein. La situazione del Gruppo J, raggruppamento comandato dagli azzurri di Mancini

IMMOBILE-JORGINHO, ITALIA FA 6 SU 6! FINLANDIA KO

CR7, SCATTO COI FIGLI DI MATIC: NEMANJA FOTOGRAFO

QUAL. EURO 2020: VINCE LA FRANCIA, COLPO PORTOGALLO

Non solo l’Italia in campo, nella domenica dedicata alle qualificazioni ai prossimi Europei. La Nazionale di Roberto Mancini, impegnata contro la Finlandia in uno scontro diretto al vertice del girone, ha blidato il primato nel girone J vincendo per 2-1 grazie alle reti di Immobile e Jorginho su rigore. A aprire il programma di giornata del raggruppamento è stata la gara tra Armenia e Bosnia. All'andata, furono i bosniaci ad imporsi in casa col punteggio di 2-1, ma gli armeni hanno potuto prendersi la propria rivincita. Apre le marcature Henrikh Mkhitaryan, stella della nazionale e neo giocatore della Roma: il fantasista è bravo a raccogliere a centro area il suggerimento dalla destra e a mettere fuori gioco Sehic con una finta, per poi appoggiare in rete il vantaggio dopo soli tre minuti di gioco. Il pari è sempre a tinte giallorosse e porta la firma di Edin Dzeko; anche stavolta è generato da un cross, ma da sinistra, che l’attaccante spinge in rete col piattone partendo sul filo del fuorigioco. Il primo tempo termina sull’1-1, ma al 66’ l’Armenia si riporta avanti sempre con Mkhitaryan: bella trama degli armeni, che riescono a innescare il giocatore della Roma in area nonostante la difesa schierata, il resto lo fa il bolide che Mkhitaryan lascia partire e che si infila sotto la traversa. La Bosnia non si arrende e resta aggrappata alla gara grazie alla rete di Gojak, su un’azione analoga al primo gol. L’Armenia mette la freccia definitivamente al 77’: ripartenza micidiale, Mkhitaryan pesca sul secondo palo Hambardzumyan che non può sbagliare da pochi passi. Nel finale, l’autogol di Loncar fissa il risultato finale sul 4-2 che fa salire l’Armenia a 9 punti in classifica dopo sei gare e sorpassa proprio la Bosnia. Dopo la sconfitta per 4-2 contro l'Armenia a Yerevan, l'allenatore della Bosnia Erzegovina Robert Prosinecki si è dimesso come  riportato dal quotidiano Dnevni Avaz online. Il croato Prosinecki è diventato Ct a gennaio 2018. "Sono arrivato con l'obiettivo di qualificarmi per l'Euro 2020. Sebbene tutte le possibilità non siano ancora perse, mi sento responsabile e quindi mi dimetto", ha dichiarato Prosinecki. 

Armenia-Bosnia 4-2

3’ Mkhitaryan (A), 13’ Dzeko (B), 66’ Mkhitaryan (A), 70’ Gojak (B), 77’ Hambardzumyan (A), 90+5’ aut. Loncar (A)

Armenia (4-3-3): Hayrapetyan, Hambardzumyan, Haroyan, Ishkhanyan, K. Hovhannisyan (dall’83’ A. Hovhannisyan), Hovsepyan (dal 79’ Vardanyan), Mkhitaryan (dal 75’ Grigoryan), Mkrtchyan, Barseghyan, Ghazaryan, Adamyan. Ct Gyulbudaghyan.

Bosnia (4-3-3): Sehic, Todorovic (dall’85’ Bajic), Bicakcic, Zukanovic, Kolasinac, Cimirot, Pjanic, Besic (dall’80’ Loncar), Visca (dal 64’ Duljevic), Dzeko, Gojak. Ct Prosinecki.

Solo pari per la Grecia

Pari che complica le speranze di qualificazione quello ottenuto della Grecia, che non va oltre l’1-1 contro il Liechtenstein, fanalino di coda del girone e al primo punto conquistato in queste qualificazioni a Euro 2020. La nazionale allenata da Anastasiadis si trova adesso al penultimo posto a quota 5 punti. 

Grecia-Liechtenstein 1-1

33’ Masouras (G), 85’ Salanovic (L)

Grecia (4-2-3-1): Barkas; Balkakis, Manolas, Papastathopoulos, Tsimkas; Samaris, Bouchalakis (62’ Zeca); Fetfatzidis (68’ Pavlidis), Vrousai, Masouras (86’ Giannoulis); Kolouris. Ct: Anastasiadīs

Liechtenstein (4-5-1): B. Büchel; Rechsteiner (82' Hofer), Malin, Kaufmann, Göppel; M. Büchel; Meier (64' Brändle); Hasler, Wieser, Salanovic; Gubser (56' Yildiz). Ct. Pauritsch

L'Italia si qualifica se...

A quattro partite dalla fine, e con 12 punti ancora in palio, l'Italia ha fatto un gran passo avanti per la qualificazione alla fase finale dell'Europeo. Al momento la terza qualificata Armenia è distante 9 lunghezze. Vincendo contro la Grecia, allora, potremmo già avere la certezza aritmetica della qualificazione se l'Armenia non vincesse sul campo del Liechtenstein (andrebbe bene sia il pareggio, sia la sconfitta). Altrimenti ci servirà un altro punto sul campo del Liechtenstein il prossimo 15 ottobre. 

Il calendario del 6° turno

Armenia-Bosnia: 4-2
Grecia-Liechtenstein: 1-1
Finlandia-Italia: 1-2

La classifica del girone J

Italia 18
Finlandia 12
Armenia 9
Bosnia 7
Grecia 5
Liechtenstein 1

I più letti