Ibrahimovic pronto a tornare in Nazionale: pre-convocato dalla Svezia per le prossime gare

euro 2021

L'attaccante rossonero è pronto a vestire la maglia della sua Nazionale a distanza di cinque anni dall'ultima volta. Ibra, che manca da Euro 2016, è stato inserito nella lista dei pre-convocati per le sfide contro Georgia e Kosovo (qualificazioni mondiali) e per l'amichevole con l'Estonia, in programma a fine marzo. Da capire quando potrà essere disponibile in base all'evoluzione del suo infortunio

IBRA VERSO IL RITORNO IN NAZIONALE

Zlatan Ibrahimovic e la Svezia, la storia sta per ricominciare. A distanza di cinque anni dall'ultima volta, l'attaccante del Milan tornerà a giocare con la sua Nazionale. Superati i dissapori con il Ct Jan Andersson, ormai ogni riserva è stata sciolta: come vi abbiamo anticipato nei giorni scorsi, infatti, la certezza è che prima o poi Ibra verrà convocato, resta solo da capire quando a seconda dell'evoluzione delle sue condizioni fisiche (lo svedese sta recuperando dalla lesione all'adduttore subita contro la Roma il primo marzo e oggi si è allenato per la prima volta con la squadra, anche se solo in parte). Intanto, come riportato da alcune fonti svedesi, è arrivata la pre-convocazione per le gare in programma a fine marzo, formalità necessaria ai fini di una sua convocazione per le sfide contro la Georgia di giovedì 25 e il Kosovo di domenica 28, valide per le qualificazioni ai Mondiali 2022, e l'amichevole contro l'Estonia in programma mercoledì 31. 

Il ritorno di Ibra: giocherà il 5° Europeo

MILAN

Come sta Ibra? Le news sull'infortunio

Ibra non gioca una partita con la maglia della sua Nazionale da Euro 2016, torneo dal quale la Svezia venne eliminata nella fase a gironi e nel quale l'attaccante del Milan non riuscì ad andare in rete. Adesso, a 39 anni (ne compirà 40 ad ottobre), il miglior marcatore nella storia del calcio svedese è pronto a tornare dopo aver collezionato in totale 116 presenze e 62 gol. Con un obiettivo preciso: essere protagonista ai prossimi Europei (ha già disputato la competizione quattro volte, dal 2004 al 2016), dove la Svezia affronterà Spagna, Polonia e Slovacchia nella fase a gironi. Dal Milan non ci sono ancora conferme, ma in Svezia annunciano che è pronta una conferenza in grande stile per il ritorno della star.

Il rapporto con il Ct Andersson

Pace fatta, prossimamente dunque Zlatan si troverà faccia a faccia con Jan Andersson, con il quale negli anni non sono mancate parecchie frecciatine soprattutto a causa dell'esclusione dell'attaccante dai convocati per i Mondiali del 2018. L'ultima è arrivata nell'ottobre 2020, quando Ibra definì il Ct svedese un "incompetente che soffoca il calcio svedese" per non aver schierato lo juventino Kulusevski. In precedenza dall'attaccante del Milan erano arrivate anche accuse al Ct di discriminazione razziale. Ora potranno stringersi la mano.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.