Premier League, i risultati del mercoledì: Eriksen entra, Spurs ok con Son. Utd ko in casa

PREMIER LEAGUE

Il Tottenham supera il Norwich: avanti nel primo tempo con Alli, gli Spurs vengono raggiunti nella ripresa dal gol di Pukki su rigore. Nel finale Son regala i tre punti a Mou: Eriksen, vicinissimo al trasferimento all'Inter, inizia in panchina ed entra al 62'. Il Leicester, reduce da due sconfitte consecutive, vince contro il West Ham e consolida il terzo posto. Lo United crolla in casa con il Burnley. I risultati delle gare della 24^ giornata di Premier League in programma mercoledì

Tottenham-Norwich 2-1 (Highlights)

38' Alli (T), 70' rig. Pukki (N), 79' Son (T)

 

TOTTENHAM (4-2-3-1): Lloris; Aurier, Alderweireld, Vertonghen (75' Gedson), Sessegnon; Winks (56' Dier), Lo Celso; Lamela (62' Eriksen), Alli, Son; Lucas Moura. All. Mourinho

 

NORWICH (4-2-3-1): Krul; Aarons, Hanley, Zimmermann, Byram; Tettey (82' Hernandez), McLean (93' Stiepermann); Rupp (87' Drmic), Duda, Cantwell; Pukki. All: Farke

 

Il Tottenham ritrova il sorriso e torna a vincere in campionato dopo un digiuno durato 4 gare. Nella 24^ giornata di Premier League la squadra di Mourinho supera il Norwich non senza difficoltà. Lo Special One ritrova Lloris in porta dopo l'infortunio shock di inizio ottobre e decide di lasciare ancora una volta in panchina Eriksen, sempre più vicino al trasferimento all'Inter. Gli Spurs provano a fare la partita e passano in vantaggio alla fine del primo tempo grazie a Dele Alli, più veloce di tutti a raccogliere un cross basso di Aurier e ad infilare il pallone in rete da posizione agevolata. Nella ripresa, al 62', entra Eriksen, che però non riesce a lasciare il segno. Anzi, pochi minuti dopo arriva il pareggio del Norwich: Sessegnon atterra in area Aarons e dopo la conferma del Var il solito Pukki dal dischetto trafigge Lloris. A far gioire Mourinho, però, ci pensa Son, che a dieci minuti dal 90' sigla di testa il tap-in vincente sulla linea di porta dopo un tiro di Alli deviato da Zimmermann. Vittoria importante per gli Spurs, che si portano a 34 punti, 6 in meno del Chelsea che occupa il quarto posto. Il Norwich rimane fermo all'ultimo posto con 17 punti.

Leicester-Aston Villa 4-1 (Highlights)

24' Barnes (L), 45+5' Pereira (L), 50' rig. Noble (W), 81' rig. e 89' Perez (L)

 

LEICESTER (4-1-4-1): Schmeichel; Pereira, Soyuncu, Evans, Chilwell; Mendy (34' Ndidi); Barnes (83' Morgan), Tielemans, Maddison, Perez; Vardy (43' Iheanacho). All: Rodgers

 

ASTON VILLA (3-5-2): Randolph, Diop, Ogbonna, Cresswell; Zabaleta, Rice, Noble, Snodgrass (46' Fornals), Masuaku (46' M. Antonio); Lanzini, Haller. All: Smith

 

Il Leicester rialza la testa e dopo due sconfitte consecutive il campionato conquista il successo contro il West Ham. Le Foxes consolidano il terzo posto in campionato: partita aperta da Barnes e Ricardo Pereira su rigore nel primo tempo, a inizio ripresa il ritorno degli Hammers con il rigore di Noble. A chiudere i conti nel finale ci pensa Perez: l'attaccante spagnolo prima firma il 3-1 dal dischetto, poi sigla la doppietta personale con una gran botta che si infila all'angolino basso di sinistra. Il Leicester si riporta così a 3 punti dal secondo posto occupato dal Manchester City e mantiene 8 lunghezze di vantaggio sul Chelsea quarto. Resta al quartultimo posto, invece, il West Ham.

Manchester United-Burnley 0-2 (Highlights)

39' Wood, 57' Rodriguez

 

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Maguire, Jones, Williams (69' Lingard); Matic, Fred; Andreas (46' Greenwood), Mata, James (69' Shaw); Martial. All: Solskjaer

 

BURNLEY (4-4-2): Pope; Lowton, Tarkowski, Mee, Taylor; Hendrick, Cork, Westwood, McNeil; Wood, Rodriguez. All: Dyche

 

Brutta sconfitta per il Manchester United, che crolla in casa con il Burnley e perde l'occasione di accorciare sul Chelsea nella corsa per il quarto posto. Ko sorprendente per i Red Devils, caduti sotto i colpi di Wood, che alla fine del primo tempo non lascia scampo a De Gea da due passi dopo una sponda di testa di Mee, e Jay Rodriguez, che a poco più di mezz'ora dalla fine del match trova un eurogol con una conclusione potentissima all'incrocio dei pali. Nulla da fare per la squadra di Solskjaer, che nonostante l'assedio finale non riesce a trovare la rete (annullato un gol a Shaw al 90'). Lo United resta al quinto posto con 6 punti di distacco dal Chelsea. Vittoria fondamentale per il Burnley, che si porta a 7 punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche