Premier League, le squadre potranno giocare delle amichevoli ma ad alcune condizioni

inghilterra

La Premier League esaudisce la richiesta delle squadre concedendo loro il via libera per disputare alcune gare amichevoli in vista della ripresa della stagione, fissata per il 17 giugno. Ma a certe condizioni, alcune decisamente particolari

RIPRESA SERIE A, IL CALENDARIO UFFICIALE

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI

La Premier League ha accordato ai club il permesso di giocare delle gare amichevoli, ma con restrizioni rigide finché non si ripartirà col campionato il prossimo 17 giugno. Stando a quanto riportato dal Telegraph, e poi ripreso da tutti i media britannici, diverse squadre di vertice avrebbero fatto richiesta alla lega di poter affrontare altre formazioni per prepararsi alla ripresa e avrebbero ottenuto l'ok. Queste sfide potranno essere giocate sia negli stadi che nei campi di allenamento, ma solo dopo una valutazione completa relativamente ai potenziali rischi di queste strutture.

Amichevoli in Premier, ecco le restrizioni

La Premier League ha imposto però una serie di restrizioni, mirate ovviamente alla salvaguardia dei calciatori e del gruppo squadra in relazione all'emergenza coronavirus. Vediamo quali sono:

  • Soltanto i giocatori risultati negativi ai test del coronavirus potranno prendere parte alle amichevoli 
  • I club non potranno viaggiare per più di 90 minuti, con delle eccezioni per squadre come il Newcastle, considerata che la posizione geografica della città del nord d'Inghilterra imporrebbe alla squadra spostamenti più lunghi
  • Tutti i calciatori dovranno muoversi con le proprie auto, possibilmente già vestiti per giocare 
  • Non saranno ammessi arbitri ufficiali: a dirigere le gare saranno i membri dello staff delle due squadre

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche