Cessione Chelsea: Governo britannico non ha garanzie da Abramovich. Vendita a rischio?

DALL'INGHILTERRA
©IPA/Fotogramma

Secondo quanto riportato da Sky Sports UK, il Governo britannico non avrebbe ancora ottenuto le assicurazioni richieste a Roman Abramovich sulla destinazione dei proventi della vendita alla cordata Boehly, né sul denaro destinato in beneficenza, e potrebbe quindi bloccare le trattative. La deadline è entro maggio: cessione a rischio?

Quando sembrava che tutto fosse ormai quasi fatto per la vendita del Chelsea alla cordata di Todd Boehly, sono spuntati nuovi problemi che potrebbero mettere tutto  in discussione e a rischio. Secondo quanto riportato dai colleghi di Sky Sports UK, il governo britannico non avrebbe ricevuto da Roman Abramovic le assicurazioni richieste sulla destinazione dei proventi della vendita né sul denaro destinato in beneficenza. Sarebbero questi i cavilli che potrebbero impedire al Chelsea di portare a termine, entro il periodo stabilito dal Governo, il passaggio di proprietà, fondamentale per poter tornare a operare a pieno regime anche nel campo economico-finanziario. 

Cessione Chelsea: la deadline è a fine maggio

leggi anche

Lukaku, Chelsea, Inter e il futuro da scrivere

Il governo britannico ha stabilito la fine di maggio come limite per chiudere il passaggio di proprietà del Chelsea. Il club londinese - che dallo scorso marzo ha i conti bloccati - senza un nuovo patron potrebbe essere escluso dalle prossime competizioni Uefa (come si può leggere sul sito di Sky Sports) e potrebbe anche vedere bloccata la prossima sessione di calciomercato estivo