user
25 agosto 2018

Probabili formazioni Serie A, seconda giornata

print-icon

Tutte le ultime notizie sulle probabili formazioni della seconda giornata direttamente dagli inviati di Sky Sport. Spalletti ritrova Nainggolan che però andrà in panchina. Dall'inizio invece tornaro Skriniar e Perisic. Genoa con il duo Kouamè-Piatek. El Shaarawy e Kluivert si giocano una maglia da titolare. Fiorentina con il problema Pjaca. Gasperini invece pensa ad un massiccio turnover. Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

INTER-TORINO LIVE

FIORENTINA-CHIEVO LIVE

UDINESE-SAMPDORIA LIVE

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

La prima giornata della stagione 2018-2019 ha regalato tanti spunti e non poche sorprese: i vari allenatori dovranno confermare, aggiustare o rivoluzionare. Molti nuovi acquisti potranno essere utili alla causa; chi era in ritardo con la preparazione o la condizione ha avuto il tempo necessario per recuperare mentre chi ha avuto prestazioni sottotono spera di avere subito un'altra chance. Tanti nomi nuovi potrebbero ritagliarsi uno spazio importante: occhio quindi ai vari Klavan, Gervinho, Zaza, Campbell... Nella Spal chance per Valdifiori; Genoa e Samp si affidano a un mix di novità e 'vecchi volti'. Nel Cagliari potrebbe toccare subito a Klavan. Ecco la situazione squadra per squadra. Il quadro è in costante aggiornamento grazie al prezioso lavoro degli inviati Sky.

CAGLIARI-SASSUOLO, domenica ore 20:30

Cagliari, possibile esordio di Ragnar Klavan

Molti dubbi di formazione per i sardi: Ceppitelli è out a causa di uno stiramento. Potrebbe esordire dall'inizio l'estone Klavan che si gioca il posto con Pisacane. A destra torna a disposizione Srna che però dovrebbe partire dalla panchina. In mediana si candida per una maglia da titolare il croato Bradaric che proverà a scalzare Cigarini. Ionita ancora trequartista.

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Faragò, Klavan, Romagna, Lykogiannis; Castro, Cigarini, Barella; Ionita; Pavoletti, Farias.

Sassuolo, Lemos e Sensi titolari?

L'ottima prestazione contro l'Inter potrebbe valere la conferma per buona parte dell'XI titolare neroverde. Possibile che De Zerbi non cambi ma Lemos è recuperato mentre in mezzo sia Locatelli che Sensi sperano di avere una chance. In avanti non c'è da scartare l'idea Babacar. Il tridente visto contro l'Inter ha funzionato bene ma come dimostrato al Benevento con Diabatè, il calcio di De Zerbi riesce ad esaltare anche una punta centrale fisica.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Ferrari, Rogerio; Sensi, Magnanelli, Duncan; Berardi, Boateng, Di Francesco.

FIORENTINA-CHIEVO, domenica ore 20:30

Fiorentina, si ferma Pjaca

Esordio assoluto per i Viola, con Pioli che non avrà a disposizione Veretout causa squalifica. Problemi anche per Pjaca, alle prese con un affaticamento muscolare. Il 4-3-3 di Pioli vede quindi in pole Eysseric che completerà il reparto d'attacco con Chiesa e Simeone. In mediana favoriti Gerson e Norgaard. Milenkovic agirà invece da esterno basso di destra.

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Norgaard, Gerson; Chiesa, Simeone, Eysseric.

Chievo, Seculin in pole. Torna anche Birsa

La frattura al naso rimediata da Sorrentino potrebbe non tenerlo ai box dato che il Chievo sta monitorando l'esperto portiere: non è escluso che giochi con una maschera protettiva. Al momento però il favorito è Seculin. Cambio in attacco con Birsa che tornerà dal 1' con Stepinski e Giaccherini a completare il tridente. In difesa D'Anna potrebbe giocarsi la carta Jaroszynski.

Chievo (4-3-3): Seculin; Tomovic, Bani, Rossettini, Cacciatore; Rigoni, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Stepinski, Giaccherini.

FROSINONE-BOLOGNA, domenica ore 20:30

Frosinone, Joel Campbell convocabile

Dopo la netta sconfitta all'esordio, Longo non rivoluzionerà la squadra. Campbell, salvo sorprese, sarà nella lista dei convocati ma partirà dalla panchina con speranza di minutaggio nel secondo tempo. Ciano e Perica vanno verso la conferma con l'ex Udinese che deve far dimenticare il pessimo esordio. In mediana si candida Crisetig mentre Soddimo, che mirava anche lui ad una maglia da titolare, si è dovuto fermare per un problema fisico.

Frosinone (3-5-2): Sportiello, Goldaniga, Salamon, Krajnc, Zampano, Chibsah, Crisetig, Hallfredsson, Molinaro, Ciano, Perica.

Bologna, si ferma Palacio: stiramento alla coscia sinistra

La prestazione di Santander all'esordio in A non è stata indimenticabile. In più il neo-acquisto ha accusato un piccolo problema alla coscia. Eppure Filippo Inzaghi potrebbe chiedergli di stringere i denti (o puntare sul rientrante Destro) perché Rodrigo Palacio starà fuori per 3 settimane: il risentimento ai flessori della coscia sinistra accusato in allenamento si è rivelato una lesione muscolare. In mediana squalificato Nagy, in difesa cerca posto De Maio.

Bologna (3-5-2): Skorupski; Gonzalez, Danilo, Helander; Mattiello, Poli, Pulgar, Dzemaili, Dijks; Destro, Falcinelli.

GENOA-EMPOLI, domenica ore 20:30

Genoa, attacco Kouamè-Piatek

In questa stagione la parola d'ordine in casa Genoa è duttilità. Quella rossoblù è una rosa che comprende giocatori capaci di svolgere più compiti. Il punto di partenza è sempre la difesa a tre: contro l'Empoli la cerniera difensiva sarà formata da Biraschi, Spolli e Zukanovic. Lisandro Lopez, al pari di Medeiros, è tornato con il gruppo ma parte in netto svantaggio. In mezzo Romulo dovrebbe agire da interno con Criscito che tornerà sulla sinistra. Il favorito sulla trequarti è Bessa mentre in attacco l'unico sicuro del posto è Piatek. Ad affiancarlo c'è in pole Kouamé con Pandev come trequartista.

Genoa (3-4-1-2): Marchetti; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Lazovic, Romulo, Hiljemark, Criscito; Pandev; Kouamé, Piatek.

Empoli, qualche dubbio solo in mediana

In casa Empoli portiere, difesa e attacco saranno con tutta probabilità confermati. Terracciano difenderà ancora la porta dei toscani mentre Pasqual non pare insidiare più di tanto Antonelli. A centrocampo invece qualche dubbio in più dato che Bennacer si candida per giocare dall'inizio. Contro il Cagliari era entrato a una manciata di minuti dal termine ma domenica potrebbe scalzare uno tra Capezzi e Acquah. 

Empoli (4-3-1-2): Terracciano; Di Lorenzo, Silvestre, Rasmussen, Antonelli; Krunic, Capezzi, Acquah; Zajc; Caputo, La Gumina.

INTER-TORINO, domenica ore 20:30

Inter, Spalletti ha provato la difesa a 3

Tempo di sperimentazioni per l'Inter di Spalletti che ha provato una linea a 3 che però difficilmente vedremo presto dal primo minuto. Quasi scontato quindi che i nerazzurri, contro il Torino, partiranno con la difesa a 4. Importante rientro di Skriniar, il sacrificato sarà Miranda. Nei tre dietro ad Icardi ci sarà anche Perisic, con Asamoah che quindi tornerà 'basso' in difesa. Politano se la gioca alla pari con Keita. Nainggolan è rientrato col gruppo ma pare davvero difficile che possa scendere in campo dall'inizio. Nuova chance quindi per Lautaro Martinez.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Vrsaljko Skriniar, De Vrij, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Martinez, Perisic; Icardi.

Torino, stop per Baselli

Due recuperi e un infortunato. È questa la situazione dell'infermeria granata. Mazzarri potrà tornare a contare su Ansaldi, al rientro dopo la squalifica, mentre De Silvestri e Izzo provano a recuperare per non mancare l'appuntamento con San Siro. Si è fermato però Baselli per un problema al ginocchio. In mezzo quindi spazio a Soriano mentre in attacco ci saranno ancora Iago Falque e Belotti.

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo,  N'Koulou, Moretti; De Silvestri, Soriano, Rincon, Meitè Ansaldi; Iago Falque, Belotti.

UDINESE-SAMPDORIA, domenica ore 20:30

Udinese, Barak c'è

Contro il Parma Velazquez ha provato a cambiare sistema di gioco per permettere soprattutto a Barak di essere più presente nella manovra bianconera. L'esperimento non ha convinto del tutto ma il ceco dovrebbe comunque partire titolare affiancando De Paul e Machis nella linea a supporto di Lasagna. Tra i pali Scuffet favorito su Nicolas. 

Udinese (4-2-3-1): Scuffet; Stryger Larsen, Troost-ekong, Nuytinck, Samir; Fofana, Mandragora; Barak, De Paul, Machis: Lasagna.

Sampdoria, Ronaldo dalla panchina

Il mercato blucerchiato ha portato molti nomi nuovi alla corte di Giampaolo. Contro l'Udinese mancheranno solo Regini e Praet. In difesa ballottaggio Andersen-Tonelli con il primo che ha avuto un piccolo problema fisico ma dovrebbe affiancare Colley nell'XI titolare. In mezzo Barreto parte nettamente favorito su Ronaldo ed Ekdal che devono ancora comprendere tutti i meccanismi di un ruolo molto importante nel gioco di Giampaolo. Davanti la coppia Defrel-Quagliarella. 

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Linetty, Barreto, Jankto; Ramirez; Quagliarella, Defrel.

ROMA-ATALANTA, lunedì ore 20:30

Roma, Kluivert in rampa di lancio

Di Francesco sta seriamente pensando di lanciare dall'inizio il giovane Justin Kluivert. Il suo impatto nella gara d'esordio a Torino ha impressionato e contro l'Atalanta il figlio di Patrick potrebbe scalzare El Shaarawy. La difesa resterà la stessa di settimana scorsa mentre a centrocampo spazio a Cristante dal primo minuto.

Roma (4-3-3): Olsen; Florenzi, Manolas, Marcano Kolarov; Cristante, De Rossi, Pastore; Under, Dzeko, El Shaarawy.

Atalanta, inevitabile rotazione per Gasperini

Preliminare, campionato, preliminare, campionato. Calendario fitto per i nerazzurri che giocano per la seconda volta il 'Monday Night' di questa stagione di A. Dopo la partita d'andata contro i danesi del Copenaghen, Gasperini sta valutando condizione e stanchezza dei suoi. In difesa toccherà molto probabilmente a Djimsiti mentre sulla corsia esterna cerca posto dall'inizio Castagne. Rischia anche Pasalic con Pessina pronto a dargli il cambio. In attacco ancora ballottaggio Zapata-Barrow.

Atalanta (3-4-3): Gollini; Toloi, Djmsiti, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic, Barrow, Gomez.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi